/ la prima tappa

Rally Elba, 4 vittorie su 4 per la Skoda Fabia di Campedelli

Due elbani, Volpi e Gamba, nella top ten. Grande pubblico sul percorso. Le classifiche

La Skoda Fabia n.6 di Campedelli

Partito venerdì 22 aprile, alla classica ora del the, alle 17,00, il 55. Rallye Elba, tappa di apertura del neonato Campionato Italiano Rally Asfalto (CIRA), subito caratterizzato dalle accese sfide dei protagonisti del “tricolore” sulle classiche prove isolane, una tradizione ineccepibile per le corse su strada italiane
Particolarmente frizzante l’atmosfera respirata con i primi duelli sulla strada, che hanno interessato la parte orientale dell’isola e dopo le quattro prove in programma, due delle quali in notturna, ovvero la “Bagnaia-Cavo” e la “Capoliveri-Innamorata”. La classifica l’ha presa subito in mano il romagnolo Simone Campedelli, Skoda Fabia Rally2, vincitore di tutto il poker di impegni cronometrati
La seconda posizione è per il piacentino Andrea Carella (Skoda), a 12”3, terza la VolksWagen Polo R5 del biellese Corrado Pinzano a 19”1
Gara nella gara, quella riservata ai piloti elbani, ben 25, che perdevano prima della partenza l’equipaggio composto da Alberto Anselmi e Gabriele Gentini per un malore del pilota che privava sicuramente di una bella dose di spettacolo la competizione.

Nella prima prova i migliori erano Gamba Walter e De Simone, con la Skoda Fabia n. 25, noni assoluti. Undicesimi Volpi e Maffoni con la Skoda Fabia n. 19, quattordicesimi Riolo e Floris con la VW Polo n. 16, quindicesimi Bettini e Acri con la Skoda Fabia n. 22.

Nella seconda prova, al primo passaggio dalla Capoliveri-Innamorata, ancora Walter Gamba e De Simone sono i migliori locali, con un ottimo sesto posto. Ottavi e regolarissimi Volpi e Maffoni, quattordicesimi Riolo-Floris, quindicesimi Bettini-Acri.

Nella terza prova, la più lunga della prima tappa (Bagnaia-Cavo) i migliori degli elbani erano Bettini-Acri, noni, seguiti da Volpi-Maffoni undicesimi, Gamba-De Simoni dodicesimi e Riolo-Floris quattordicesimi.

Nella quarta e ultima prova della prima giornata, al secondo passaggio da Capoliveri, i migliori elbani erano Volpi-Maffoni al nono posto, seguiti da Walter Gamba-De Simoni all’undicesimo, Bettini e Acri al dodicesimo e Riolo-Floris al quattordicesimo.

Difficile, evidentemente, per gli elbani entrare nella top ten, a testimonianza dell’altissimo livello degli equipaggi del gruppo di testa della classifica.

Al termine della prima tappa ecco la classifica degli elbani:

9. Volpi – Maffoni (Skoda Fabia n. 19)

10. Walter Gamba – De Simone (Skoda Fabia n. 25)

13. Riolo – Floris (VW Polo n.16)

14. Bettini – Acri (Skoda Fabia n. 22)

18. Mannoni – Castiglioni (Skoda Fabia n. 27)

19. Romano – Pellegrini (Skoda Fabia n. 26)

22. Montauti – Adriani (Peugeot 208 n.38)

30. Pierulivo – Ferrigno (Peugeot 208 n.39)

32. Lo Ciao – Mosti (Renault Clio Williams n.44)

35. Gamba Efisio – Olla (Renault Clio RS n.47)

39. Grassi – Pierulivo (Peugeot 106 n.73)

40. Lazzeroni – Costa (Rover MG n. 59)

41. Ibba – Pierulivo (Fiat 600 Sporting n.79)

42. Anselmi – Guerzoni (Renault Clio RS n.46)

44. Pierulivo – Castagnoli (MG Rover n. 58)

45. Posini – Fornino (Renault Clio Sport n.32)

47. Martorella – Nosenzo (Peugeot 106 n. 75)

48. Lupi – D’Ospina (Peugeot 106 Rallye n.76)

53. Mazzei – Mazzei (MG Rover n. 82

Ritirati Pitzoi-Cionsini, Coppola-Alfieri, Galli-Siviero, non partiti Anselmi-Gentini.

Sabato 24 aprile il gran finale della iconica competizione organizzata da Aci Livorno Sport. Che interesserà il versante occidentale dell’isola. I quattro i tratti cronometrati del sabato, prima sulla “Colle Palombaia” [15,73 km – PS5 ore 11.00], seguita dal doppio passaggio sulla “Due Colli” [12,38 km – PS6 ore 11.40, PS8 ore 15.00] intervallato dalla versione lunga del tratto iniziale sulla “Due Mari” [22,43 km – PS7 ore 14.20] decideranno i vincitori di questo primo round del CIRA. L’arrivo, con la cerimonia di premiazione è programmato dalle 15.30, sempre a Portoferraio, in Viale Manzoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Rally Elba, il ringraziamento di Aci Sport ai piloti elbani

Un "grazie" che viene esteso a tutta l'isola, che ogni anno si identifica nella "sua" gara

Rally: il resoconto di Andrea Volpi dopo la “sua” gara

"Grazie a tutti i sostenitori, bello avere avversari forti anche fra gli elbani"

Campionato Italiano Regolarità, brutta caduta per Frassini

Il centauro elbano era al comando della classifica ma è stato bloccato da un incidente