“UP!”, Paolo Ruffini e la compagnia Mayor Von Frinzius

di Comune di Porto Azzurro

Il Comune di Porto Azzurro invita tutti venerdì 12 Luglio alle ore 21.30 in Piazza Matteotti per partecipare ad una straordinaria serata con Paolo Ruffini e gli attori della compagnia Mayor Von Frinzius.

Uno spettacolo comico commovente che racconta delle relazioni umane. Un’indagine diretta e poetica sulla società: l’ironia e l’irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità.

Lo scheletro dello spettacolo è costruito sull’intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinario One Man Show, con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte però una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto più abili di lui. Dimostrando inoltre che ci sono tante persone che non sono abili alla felicità o all’ascolto, ma che alla fine siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e meravigliosamente diversi.

Una rappresentazione dai connotati surreali e dagli sviluppi inaspettati con una forte connotazione d’improvvisazione, che interrompe le liturgie teatrali e offre al pubblico una vera e propria esperienza in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano, e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.

Paolo Ruffini porta in scena questo spettacolo insieme a degli attori davvero UP con la sindrome di Down, ma saranno proprio loro a contagiare tutti con la “Sindrome di UP”!

Vi aspettiamo…

INGRESSO GRATUITO L’evento è organizzato dalla Livesrl di Portoferraio 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Rio, la capitale dei festeggiamenti estivi all’isola d’Elba

32 eventi in calendario. Si comincia stasera con la Sagra dei Piatti tipici a Rio Marina

E’ stato un successo il decennale di Elba Book Festival

Sulla piazza di Rio 300 persone raccolte intorno alle parole attente di Daniela Lucangeli