,

Autotrasportatore sanzionato per trasporto rifiuti speciali

I Carabinieri Forestali hanno denunciato l'uomo e sequestrato il mezzo. La normativa

I Carabinieri Forestali della Stazione Parco di Portoferraio, al termine di accertamenti svolti in località Mola nel comune di Capoliveri, hanno deferito all’A.G. labronica l’amministratore unico di un’impresa in quanto ritenuto responsabile di trasporto di rifiuti in assenza della prescritta iscrizione all’albo nazionale gestori ambientali.

I militari hanno accertato che mediante l’utilizzo di un autocarro sprovvisto della prescritta iscrizione all’albo nazionale gestori ambientali, veniva effettuato un trasporto di rifiuti speciali non pericolosi costituiti da materiale edile derivante da attività di demolizione.

Il veicolo ed i rifiuti trasportati sono stati sottoposti a sequestro probatorio e l’impresa sanzionata per attività di gestione di rifiuti non autorizzata. Non avendo il fatto cagionato danno o pericolo concreto a risorse ambientali, urbanistiche o paesaggistiche protette, è stata notificata al trasgressore la prescrizione asseverata che prevede l’iscrizione del veicolo sequestrato all’albo gestori ambientali e conferimento dei rifiuti anch’essi sequestrati entro 30 giorni con mezzo ed in sito autorizzati.

I controlli dei Carabinieri Forestali, anche in collaborazione con i colleghi del Comando Provinciale di Livorno, continueranno su tutto il territorio per prevenire e contrastare reati ai danni dell’ambiente, con particolare attenzione al ciclo dei rifiuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Cocaina, mannaia e mazza da baseball in auto. Denunciato

Il report settimanale dei controlli dei carabinieri sul territorio elbano anche di notte

Richiamo al rispetto delle normative sui rifiuti pirotecnici

Esa segnala che all’interno di materiale ingombrante trovati rifiuti pericolosi

Scontro fra due barche al largo di Morcone 4 persone a bordo

Interviene la Guardia Costiera, sono in corso indagini per le cause dell'accaduto