Bambini e ambiente

“Terramare 2”, alla scoperta del tesoro nascosto della natura

Di Associazione Faremo Foresta

C’è un universo di emozioni e una moltitudine di opportunità pedagogiche nell’incontro. L’incontro ci conduce sempre verso la conoscenza di qualcosa di nuovo, stimola la curiosità, educa all’accoglienza e all’amore. Il profumo della buona terra annusato con i piedi scalzi sulla spiaggia, la semina di un albero da frutto di fronte all’orizzonte blu del mare diventano così occasioni di incontri che ispirano l’arte, la bellezza.

Ed è soprattutto nei più piccoli o in tutti coloro che sanno ascoltare il bambino che hanno dentro che l’esperienza creativa diventa un percorso artistico autentico che diventa quasi una performance collettiva. I partecipanti inizialmente prendono contatto con la terra, quella nera e fertile ricca di humus o quella magra, asciutta e sabbiosa passando per la rossa, la bianca, dei vulcani, delle montagne, delle campagne. Una volta scelta e/o miscelata ecco che si può scegliere fra decine di semi di ogni forma e colore pronti a “farsi un tuffo” proprio in quell’oro nero che li aspetta. La semina è da sempre un atto libero e magico, è l’apoteosi dell’incontro. Seppur silenzioso, a volte inaspettato e fuori controllo, la semina è la speranza di una foresta di perpetuare il suo mantello verde, è il quotidiano rituale dell’uomo saggio che ha fede nel domani. I bambini sono seminatori puri e generosi, inconsapevoli architetti del paesaggio selvaggio.

Durante il laboratorio si avvicinano curiosi alle banche dei semi, ne scrutano le forme e capiscono la perfezione delle forme e delle tecniche di diffusione che hanno sviluppato in natura. Poi come avessero nelle mani la cosa più preziosa del pianeta, la stringono gelosamente e nei minuti che passano le loro piccole mani umide conciano la buccia del seme, quasi sapessero che gli fa bene tenerli un po’ in mano prima del distacco. Prontamente preparano il letto di semina, mettono a dimora la promessa di un albero o di un fiore e con la data e il loro nome lasciano il vasetto da una parte. Lo affidano al sole e non vedono l’ora di bagnarlo!! Arriva poi il momento di andare, camminare intorno nel paesaggio raccogliendo foglie, semi, fiori o elementi della terra che possono diventare “tasselli” di un mosaico creativo o semplicemente ispirare la loro fantasia. Il raccolto a questo punto si avvicina ad un ampio foglio bianco di circa 10 mt steso sulla sabbia dove i partecipanti trovano pennelli, acquerelli e pastelli colorati.

Ora il Terramare LAB diventa un momento immersivo nell’espressività artistica e ognuno di loro può liberare il desiderio di dare forma a un’emozione, dare colore a un disegno. Arriva il tempo di canalizzare ciò che si è osservato, toccato, annusato prima e riportarlo su una pittura, una forma, un colore… Accompagna questo tempo la melodia delle onde che si infrangono sulla battigia, i gabbiani che volteggiano sopra di loro, le vele che lentamente sfilano sul mare.

Proponiamo questo laboratorio che non solo incoraggi la creatività dei bambini, ma anche il loro amore e rispetto per la natura e i suoi elementi, che siano di terra o di mare. Terramare LAB è un’occasione unica per avvicinarsi alla botanica in modo divertente e coinvolgente, creando al contempo un’opera d’arte collettiva ispirata dalla terra, dalle piante e dal mare.

Con i piedi stabili nella terra, e la fantasia diretta verso le onde del mare, entriamo nell’incontro poetico per dire con un gesto “Ho trovato TERRAMARE”. Un tesoro sepolto, nascosto nelle rive, che aspetta solo di essere scoperto da un bambino.

PROSSIMI EVENTI:

Gli eventi all’Isola d’Elba si sono svolti in data 1-7 – 10 giugno 2024, all’aperto, a Marciana Marina, e sono stati promossi grazie al contributo della Proloco di Marciana Marina. Il prossimo laboratorio di TERRAMARE LAB si terrà il 10 giugno ore 18.00.

Per prenotazioni contattare: prolocomarcianamarina@gmail.com o la referente Valentina all’indirizzo vale.ntina0v@libero.it o al 347 662 6800. È gradita la prenotazione per garantirvi la migliore organizzazione.

Il progetto è promosso dall’associazione FAREMO FORESTA, che da sei anni porta avanti iniziative di formazione e laboratori didattici in natura rivolti a bambini e bambine, per ispirare in loro la conoscenza e il rispetto della terra e degli alberi con entusiasmo e soddisfazioni. FAREMO FORESTA è un’associazione custode di un progetto disegnato per la terra, sostenuto da tutti coloro che desiderano compiere un gesto di gentilezza verso il pianeta: seminare e piantare alberi secondo natura, piantarli nel rispetto delle specie autoctone e implementando quegli alberi che oggi stanno scomparendo dai nostri boschi, diventando facilitatori di ciò che già spontaneamente avviene in natura per riforestare secondo natura.

www.faremoforesta.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Ultimo giorno di riprese, si smonta il BarLume alla Marina

La fortunata serie di Sky Tv e Palomar è all'Elba per il dodicesimo anno consecutivo

Conoscere la storia per conoscere l’isola d’Elba

Ancora un incontro alla libreria Libri in Piazza, il 5 maggio ospite Danilo Alessi

Si rifà la segnaletica, divieti di circolazione e sosta in paese

Giovedì 18 aprile dalle ore 8,00 fino al termine dei lavori. Ecco le strade interessate