Marina di Porto Azzurro, c’è il pieno anche in inverno

Bilancio di una stagione andata oltre le aspettative e progetti per il futuro

A pochi giorni dalla fine dell’anno solare, la Marina di Porto Azzurro fa un bilancio delle attività svolte mantenendo lo sguardo rivolto all’orizzonte e alla stagione diportistica 2024.

Dopo il balzo in avanti registrato nel 2022 con un +25% di fatturato, l’anno corrente si chiude positivamente, con una stagione che è andata oltre le aspettative. Il piccolo decremento segnato tra giugno e luglio che ha interessato tutta l’Isola d’Elba, è stato brillantemente recuperato in Agosto e soprattutto nei mesi di Settembre ed Ottobre. In particolare, la Marina di Porto Azzurro ha ottenuto un forte aumento delle presenze di imbarcazioni provenienti dall’estero (Germania, Olanda e Svizzera) e un implemento delle prenotazioni relative alle unità da diporto, cosiddette stanziali, che sosteranno fino alla prossima primavera, riempiendo il porto, grazie ad una strategia focalizzata sia alla promozione turistica, sia all’ adeguamento delle tariffe invernali in chiave concorrenziale.

Da fine luglio, la Marina di Porto Azzurro ha rafforzato il management con l’ingresso del nuovo Direttore operativo, Samuele Manzi, che oltre a supervisionare le attività della società si occupa di intrattenere i rapporti con il socio unico, il Comune di Porto Azzurro.

“Nel 2023, abbiamo effettuato diverse migliorie all’interno del porto – spiega il Direttore Samuele Manzi. In primo luogo, per garantire la privacy e la sicurezza dei nostri ospiti, sono stati installati i cancelli all’ingresso dei pontili, l’accesso dei quali sarà garantito con l’utilizzo di un badge in dotazione agli ospiti. Dopodiché, insieme al Comune di Porto Azzurro, stiamo lavorando all’adeguamento di tutto l’impianto elettrico per dotare i pontili di colonnine intelligenti per la contabilizzazione dei consumi di luce e acqua, in questo modo, dalle ricerche effettuate, contiamo di diminuire l’utilizzo di acqua di circa il 50%, il tutto in una visione di maggiore sostenibilità del nostro porto. Restando in tema di sostenibilità, abbiamo da poco concluso un accordo di collaborazione con la società di benefit Lifegate spa, per l’utilizzo gratuito di un dispositivo che consente la pulizia dello specchio acqueo dai rifiuti in plastica. Sempre considerando come priorità le esigenze dei diportisti – continua il Direttore – stiamo provvedendo all’acquisto di un sollevatore di persone, da installare sulla diga, in modo da facilitare la discesa a terra di persone non autosufficienti e/o eventuali feriti.  Per il 2024 miriamo ad essere sempre di più un porto di riferimento e di accoglienza nel Mediterraneo: per questo realizzeremo una Lounge Hospitality sulla banchina della diga foranea, uno spazio per eventi, pubbliche relazioni, incontri e informazioni. L’amministrazione comunale ha già affidato l’incarico di progettazione, e contiamo che i lavori di realizzazione possano partire nei prossimi mesi.”

La Marina di Porto Azzurro, grazie ad investimenti importanti ed una ristrutturazione dei servizi, ha visto negli ultimi anni crescere il proprio ruolo nel settore della nautica da diporto e dello yachting ottenendo anche la Bandiera Blu per 4 anni consecutivi. Il grande lavoro di squadra con tutti i collaboratori e gli impegni presi per il 2024, tracciano la rotta per la prossima stagione, che si preannuncia carica di aspettative positive per il porto, il territorio e l’intera Isola.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Defibrillatore nella stazione marittima di Portoferraio

Lo ha installato l'autorità di sistema Portuale. Aggiornati anche i display informativi

320 mila euro per interventi al porto di Marina di Campo

Assegnate dalla Regione le risorse all'Autorità portuale regionale per i porti commerciali

Autorità portuale di sistema, approvato bilancio consuntivo

Dentro ci sono i 143 mila euro per la progettazione definitiva della stazione marittima