/ LE FOTO

L’elbano Sergio De Pietro Campione Italiano di Tiro con l’Arco

L'arciere longonese vince a San Marino il tricolore master specialità Longbow FIARC

Sergio De Pietro in una foto di repertorio

L’arciere elbano Sergio De Pietro si è laureato domenica 11 dicembre Campione Italiano Master di Tiro con l’Arco nella specialità Longbow della FIARC, la Federazione Italiana  Arcieri Tiro di Campagna, ai campionati italiani indoor 2022 che si sono svolti dall’8 all’11 dicembre a San Marino.

La specialità in cui De Pietro eccelle è una simulazione del tiro venatorio come attività sportiva. Si utilizzano infatti come bersagli solo sagome di animali tridimensionali in materiale sintetico espanso. Quello dell’arciere longonese non va comunque considerato un exploit occasionale, in quanto negli ultimi tre anni aveva già conseguito due secondi e un quarto posto tricolori, nonostante la scarsa partecipazione alle gare a differenza dei suoi più accreditati avversari.

Grande l’affluenza di concorrenti a San Marino per questa edizione 2022 della rassegna tricolore, con tutti i migliori delle rispettive categorie; nel caso di De Pietro l’uomo da battere era Alfredo Dondi, pluricampione italiano ed europeo di specialità. Dopo una partenza non proprio perfetta nella prima giornata in cui era quarto in classifica generale, l’elbano è migliorato nella seconda giornata arrivando alla seconda posizione che gli ha assicurato la finale per il primo posto, che è stata disputata dai primi sei della classifica. In finale Sergio De Pietro ha dato il meglio di sè, conseguendo 72 punti su sei frecce, punteggio impossibile da  eguagliare da parte dei suoi avversari. Sul podio insieme a De Pietro Valerio Venturi, giunto al secondo posto, e appunto l’ex campione italiano Alfredo Dondi, che ha concluso sul terzo gradino del podio.

“E’ stato un Campionato Italiano entusiasmante – ha dichiarato De Pietro dopo la gara –  organizzazione impeccabile e location molto bella, ma soprattutto la soddisfazione di disputare una finale con i migliori arcieri d’Italia e giocarsi la vittoria all’ultima freccia. Ringrazio tutti, in primis mia moglie che mi segue sempre ma non riesce mai a guardare una finale, Michele e Lidia che condividono con noi questo sport,  tutti gli amici e parenti che hanno sempre creduto in me…grazie a tutti di cuore, questa medaglia e questo tricolore sono anche vostri”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Prima partita di calcio per le “Uspine” 24 ragazze under 13

L'iniziativa dell'Uspa, si è giocato al Daniele Cecchini. Un vero e proprio successo

I Mascalzoni del Canale cadono in casa del Gispy Prato

Sconfitta per 13 a 0. La formazione nero verde ha giocato sotto tono

Atletica Isola d’Elba, nuovi programmi per l’anno 2023

Eletto il nuovo consiglio direttivo, tracciato un calendario di gare. Tutte le novità