ASL: firmato il contratto integrativo per il comparto

Un aumento in busta paga di 860 euro; 3 milioni di euro per la retribuzione di risultato

Buone notizie per i dipendenti del comparto della ASL Toscana nord ovest. E’ stato, infatti, firmato il contratto integrativo tra ASL e Sindacati. Almeno mille dipendenti, entro dicembre,  vedranno in busta paga  un aumento stabile di circa 860 euro medi all’anno, per un impegno da parte dell’Azienda di 900 mila euro. Altri 3 milioni di euro sono stati  destinati alla retribuzione di risultato, in media 300 euro in più per  tutti gli operatori e   l’aumento dell’indennità di pronta disponibilità per infermieri, ostriche, tecnici, che passa da 20 a 23 euro a turno.

Soddisfazione da parte della direzione aziendale. “Quando, in momenti difficili come quello che stiamo attraversando, si riesce a stipulare un contratto integrativo con i Sindacati e con la RSU è sicuramente un successo per tutti. Avevamo promesso che avremo fatto una selezione ogni anno per le progressioni economiche e ci siamo riusciti. Anche il premio di risultato è un segnale positivo nei confronti dei tanti operatori della nostra Azienda che hanno dimostrato un grande impegno e un senso di responsabilità straordinario nei momenti più complessi.” (

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Zini incontra l’Asl per fare il punto sulla situazione elbana

Tavola rotonda in Biscotteria su criticità, ottimizzazione e riorganizzazione dei servizi

L’Asl: ripristinato il servizio TAC all’ospedale elbano

"In realtà - ricorda il direttore Genghi - il servizio non era mai stato sospeso"

Incontro fra l’Amministrazione Comunale e i vertici Asl

Si è parlato dei servizi socio - sanitari sul territorio ed in ambito ospedaliero