,

Al Centro Giovani un laboratorio gratuito di video making

Riservato alle ragazze e ai ragazzi dell’Elba dai 14 ai 25 anni di età. Il programma

Il Centro Giovani di Portoferraio propone un corso base di produzione e post produzione video con Daniele Fiaschi, giovane e noto videomaker elbano. Il laboratorio è gratuito e aperto a tutti coloro che desiderano cimentarsi con una tecnica di narrazione per immagini oggi molto richiesta ed utile sia in ambito scolastico che professionale.

Riservato alle ragazze e ai ragazzi dell’Elba dai 14 ai 25 anni di età, il laboratorio ha l’obiettivo di insegnare a padroneggiare una videocamera per realizzare piccole produzioni video personali. Durante il corso si terranno vere e proprie lezioni in aula per la parte teorica/tecnica e di post produzione, ma anche lezioni pratiche con riprese che verranno effettuate all’esterno. Il corso avrà inizio il 6 dicembre e terminerà il 28 febbraio, con appuntamento settimanale ogni martedì dalle 15 alle 17 nella sede del Centro Giovani, in Calata Mazzini 37 a Portoferraio.

Per avere ulteriori informazioni, potete chiamarci allo 0565-930680. Il corso è gratuito ma è richiesta l’iscrizione, inviando nome, cognome e contatto telefonico tramite mail a informagiovani.pf@arcacoop.it

Più nel dettaglio, il corso si svolgerà in tre diverse fasi: la prima riguarderà il funzionamento base di una videocamera/macchina fotografica. Si procederà con lo studio delle regole principali per utilizzare una videocamera, si passerà alla gestione della luce naturale, alla pianificazione riprese per trovare la luce perfetta, per arrivare alla ricerca delle location ideali per iniziare le nostre riprese.

Nella seconda fase si studierà come ogni produzione video parta da un’idea, si affronterà la scrittura di un piccolo racconto attraverso lo storytelling. Poi si entrerà nella fase di produzione del proprio video, seguendo l’idea di partenza e finalmente la andremo a concretizzare.

La terza fase sarà quella di post produzione video, ovvero del montaggio, affronteremo le tecniche di narrazione da poter utilizzare in questa fase, senza dimenticare l’importanza della scelta della musica e degli effetti sonori. Infine ci cimenteremo con l’esportazione del file nei diversi formati, analizzando quali usare a seconda delle piattaforme social e web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Nasce la biblioteca della scuola d’infanzia “Tonietti”

L'iniziativa frutto del progetto di MardiLibri. Inaugurazione il 2 dicembre alle 15:30

Open Day per conoscere leunità cinofile di soccorso nautico

Si terrà a Marina di Campo domenica 27 settembre. Tutte le informazioni necessarie

25 novembre, la campagna del “Gruppo Rosa” del Comune

Adesivi ad hoc sui sacchetti dei panifici: "Per molte donne la violenza è pane quotidiano"