Portoferraio

Le specie aliene  del mondo animale e del mondo vegetale

Conferenza dibattito organizzata dal Lions Club Isola d’Elba. Giovedì 27 ottobre all'Airone

Il Lions Club Isola d’Elba organizza in collaborazione con il Parco Nazionale Arcipelago Toscano giovedì  27 ottobre nella sala convegni dell’Hotel Airone alle 17.30   una conferenza sul tema:

• “Le specie aliene del mondo animale e del mondo vegetale nella conservazione della natura”

Il ratto in origine nelle isole del mar Tirreno non c’era. Ci è arrivato secoli fa, con le prime navi di etruschi e romani, ma l’ecosistema non si è mai abituato.

Lo stesso vale per fenomeni più recenti come quello dei cinghiali, dei mufloni e nella flora, di molte piante esotiche che hanno alterato l’ecosistema, mettendo a rischio la sopravvivenza delle specie originarie del territorio.

Le specie esotiche invasive minacciano l’esistenza di moltissime specie autoctone. Sono state la prima causa di estinzione di specie dal 1500 ad oggi e sono la seconda causa di perdita di biodiversità dei nostri giorni, seconde solo alla distruzione degli habitat.
La proliferazione di queste specie ha un impatto sociale ed economico importante aggravato dai cambiamenti climatici, l’inquinamento e, in generale, dal disturbo antropico.
Ne parliamo con un relatore di eccellenza – il Presidente del Parco Nazionale Arcipelago Giampiero Sammuri.

Prenderà parte all’incontro Antonello Ponchia, responsabile del Dipartimento Ambiente: Paesaggio e Territorio del Distretto Lions 108LA (Toscana).

La conferenza potrà essere seguita in streeming sul link scaricabile dalla pagina FB del Lions Club o dal sito www.lions-isoladelba.it .
L’incontro è aperto al pubblico, associazioni e cittadinanza sono invitati a partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pollex ’22, una simulazione contro incendi e inquinamento

La Capitaneria di Porto elbana: "Confermate le capacità operative di uomini e mezzi"

Appaltati i lavori di restauro della galleria Rosseto

Un finanziamento regionale per circa 150 mila euro a copertura delle spese