Portoferraio

“Il rumore insopportabile”

di Marcello Camici

La zona delle Ghiaie

Il signor Stefano Santinelli  scrive di rumori insopportabili di giorno e di notte nella zona in cui vive che è una zona PEEP e non industriale. https://www.elbareport.it/cronaca/item/57682-portoferraio-insopportabili-rumori-industriali-in-una-zona-p-e-e-p Scrive di proteste  inascoltate dal comune. Rumori insopportabili specie notturni sono presenti anche nella zona dove il sottoscritto vive: le Ghiaie Sono insopportabili perché impediscono il sonno. Non so come è classificata urbanisticamente questa zona delle ghiaie  ma è ad alta concentrazione abitativa. Alberghi e case sono presenti.Il viale a mare e quello intitolato alle fiamme gialle sono strade  pubbliche che caratterizzano la comunicazione in questa zona . Durante il periodo che va da aprile a settembre diventano aree vocate a manifestazioni pubbliche :basta leggere i vari calendari di  serate, eventi predisposti in questo periodo. Le manifestazioni pubbliche sono importanti  ed utili per questo l’amministrazione comunale che ha la  responsabilità  della loro gestione deve nel piano urbanistico predisporre zono vocate e non vocate a manifestazioni pubbliche. Ricordo che durante l’amministrazione comunale presieduta da Mario Ferrari fu emesso un regolamento che bandiva dai giardini pubblici della Ghiaie ogni manifestazione. Nelle zone dove alta è la concentrazione abitativa il rumore notturno prodotto dalle manifestazioni pubbliche dovrebbe essere uno dei criteri per vietarle. Questo non è accaduto alle Ghiaie. Il rumore oltre un certo limite definito per legge  è  inquinamento di tipo acustico. Credo che sia la USL competente alla misurazione. La mezzanotte credo sia ora limite invalicabile per ogni manifestazione pubblica. L’amministrazione pubblica tramite la polizia municipale ha il compito di controllo. Giustamente lo stato si attrezza a prevenire e a combattere l’inquinamento perché può provocare malattie. Perché durante l’estate quando più facile è la possibilità di inquinamento acustico notturno l’amministrazione pubblica non predispone un regolare servizio di  monitoraggio sul territorio ?

 

 

 

 

.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Dissalatore Capoliveri, FDI: “Un’opera di impatto negativo”

On. Fabrizio Rossi: "ricadute negative su economia e turismo, molte cose da rivedere"