Una nuova motovedetta per la Guardia di Finanza

Le Fiamme Gialle si dotano di un mezzo potente che opererà anche nell'Arcipelago

Presso gli ormeggi livornesi della caserma “Tullio Santini” sede del ROAN e della Stazione Navale, è da oggi presente la nuova vedetta costiera classe 800 della Guardia di Finanza che, nell’ambito del più ampio e strategico piano di ammodernamento e potenziamento della flotta navale recentemente avviato dal Comando Generale del Corpo, mira a potenziare l’attuale dispositivo navale della componente aeronavale regionale.

La nuova piattaforma del cantiere navale “FB DESIGN” di Annone Brianza, tra i principali attori nel settore delle imbarcazioni militari, è dotata di moderne strumentazioni di navigazione, comunicazione e scoperta che esprimono lo stato dell’arte delle tecnologie di settore e ne assicurano la perfetta integrazione nella rete di comando e controllo del Corpo.

Larga oltre 4 metri e lunga 16, grazie ai due motori “IVECO FPT” da 1000 HP, è un’unità all’avanguardia dalle elevate performance operative tra le quali spiccano l’ottima tenuta al mare e la elevata velocità massima, in caso di necessità oltre i 50 nodi, che consentono un impiego efficace nei teatri operativi delle acque toscane e non da ultimo nell’arcipelago.

Elemento esteriore caratterizzante dell’unità navale è l’innovativa livrea, costituita da una banda longitudinale da poppa a prua con i colori istituzionali giallo-verde, su entrambe le fiancate, con il grifone stilizzato (simbolo araldico del Corpo) verso prora, che ne assicura una maggiore e più immediata riconoscibilità in mare ai fini di essere immediatamente individuate in caso di necessità.

Il Comandate del Reparto Operativo Aeronavale, Col. Pil. Emiliano Rampini, alla presenza del Comando Provinciale di Livorno, ha accolto, agli ormeggi, S.E. il Prefetto di Livorno, Paolo D’Attilio che ha avuto modo di approfondire le caratteristiche e le potenzialità operative dell’unità con il Comandante della vedetta, M.A. Mediatore Luca e con gli altri componenti dell’equipaggio al rientro del percorso di addestramento condotto presso la sede del cantiere costruttore.

La nuova unità concorrerà a consolidare la presenza istituzionale nel presidio della circoscrizione di competenza e consentirà al ROAN di assolvere, in maniera ancora più efficace, alle funzioni di unica forza di polizia in mare e quelle esclusive di polizia economico-finanziaria e alla vigilanza delle frontiere marittime e al contrasto dei traffici illeciti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Appaltati i lavori di restauro della galleria Rosseto

Un finanziamento regionale per circa 150 mila euro a copertura delle spese

Casa del Duca, eliminazione ristagni d’acqua, fine lavori

Gli interventi dovrebbero risolvere definitivamente gli annosi problemi dell'istituto