Si è conclusa l’Elba Film Festival, ecco tutti i vincitori

Calato il sipario della IV edizione in concorso 31 film proiettati in 5 comuni elbani

Si è conclusa con un grande successo mediatico e di pubblico la quarta edizione dell’Elba Film Festival, il Festival di cinema indipendente e dall’anima fortemente green che si è svolto dal 12 al 18 settembre nella cornice naturale dell’Isola d’Elba. Per una settimana sui 5 Comuni dell’isola coinvolti – Capoliveri, Marciana, Marciana Marina, Portoferraio e Rio Marina – si sono alternate proiezioni di cortometraggi, documentari e film d’animazione dal taglio decisamente internazionale.
Erano 31 i Film quest’anno in Concorso, provenienti dai quattro continenti, di cui tre gli italiani in gara.
La Giuria, composta fra gli altri, da Eleonora Granata Jenkinson, consulente per la Mostra del Cinema di Venezia e Presidente del Tribeca Film Festival, Feras Fayyad, due volte candidato all’Oscar e vincitore di Emmy Award e l’italiano Flaminio Zadra, produttore di diversi cortometraggi dall’ampio respiro internazionale, ha premiato:

• BEST SHORT: WARSHA di Dania Bdeir

• BEST DIRECTOR: Don Josephus Raphael Eblahan per HEADHUNTER’S DAUGHTER

• BEST SCRIPT: Martin Strange-Hansen per ON MY MIND

• BEST CINEMATOGRAPHY: Marty Williams per DATSUN

• BEST ACTRESS: Aesha Balasem per TALA’VISION

• BEST ACTOR: Khansa per WARSHA

• BEST EDITING: My Thordal per STENOFONEN

• BEST DOC: THE GAME di Roman Hodel

• BEST ANIMATION: NUDITY di Jachym Bouzek

• BEST STUDENT AWARD: PINOCCHIO di Valentin Clauzon, Guillaume Collin, Paul Goubet, Stella Jullian, Loïc Lemoine, Théo Miramon, Aymeric Richard, Laura Salomoni

MENZIONI SPECIALI RELATIVE AI GOALS DI SOSTENIBILITÁ:

BAGLINGA di Fabien Dao per “Sconfiggere la fame”;
THE CRIMINALS di Serhat Karaaslan per “Ridurre le disuguaglianze”;
ON THE SURFACE di Fan Sissoko per “Vita sott’acqua”.

“È stato un onore poter celebrare il talento e il duro lavoro dei registi vincitori di questa quarta edizione dell’Elba Film Festival attraverso dei premi che possono contribuire, anche se solo minimamente, alla prossima produzione cinematografica o alla stesura della prossima sceneggiatura dei registi vincitori – ha evidenziato Nora Jaenicke, ideatrice e direttrice artistica del Festival – Le opere in competizione quest’anno erano di una qualità altissima. I giurati hanno tutti ammesso di essere stati in difficolta nel prendere una decisione definitiva su chi premiare”.
Beniamino Brogi, Direttore della Programmazione del Festival, ha aggiunto: “Siamo felicissimi di aver portato il Cinema su tutta l’isola, del lavoro e della grande partecipazione della giuria. È stata un’edizione coinvolgente ed emozionante per i film in concorso, per la risposta del pubblico, per le nuove e prestigiose collaborazioni e per il coinvolgimento degli studenti alla manifestazione”.

Si ricorda che i Premi per Miglior corto, Miglior regia e Miglior sceneggiatura sono stati di 1.000 € ciascuno, mentre le 3 menzioni speciali riferite ai Goal di sostenibilità sono state di 600 € ognuna. Gli altri Premi sono stati offerti da “Viaggi del Genio”, Tour Operator elbano specializzato in turismo sostenibile a basso impatto ambientale.

Durante la Premiazione di sabato 17 è stata allestita anche una postazione con dei visori in modo tale che il pubblico presente potesse vedere l’incontro tra Michele Ragno, in giuria al Festival, e gli studenti dell’Istituto Cerboni. L’appuntamento è stato girato con camere VR, con la collaborazione di Rai Cinema Channel.

Elba Film Festival nasce nel 2019, ideato da Nora Jaenicke, regista, sceneggiatrice e direttrice artistica, alla quale si unisce Beniamino Brogi, che si occupa della programmazione e dell’organizzazione dell’evento.
L’obiettivo è creare uno spazio di incontro per i Filmakers di tutto il mondo, costruendo Comunità, condividendo film che aprono a nuove prospettive e celebrano le differenze, unendo obiettivi e visioni attraverso uno dei media più profondi del nostro tempo: il Cinema.
L’EFF conferma l’Elba come luogo principe per le produzioni indipendenti, che scelgono di girare sull’isola, favorite dalle ottimali condizioni logistiche e dalla presenza di una grande varietà di set in un’area contenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

La Stampa Estera in Italia premia anche Montefabrello

I premiati 2022 al Teatro di Portoferraio e poi cena alla villa napoleonica a S. Martino

“Emirati Arabi Uniti: opportunità per le imprese dell’Elba ”

Gli imprenditori elbani invitati all'incontro per nuove prospettive di mercato