“Non usciamo più di sera, i cinghiali sono alla porta di casa”

Una lettera firmata da Cavo: "E' dallo scorso anno che chiediamo aiuto, ma niente!"

L’allarme cinghiali registra un altro episodio che è diventato quasi consuetudine, stando a quello che ci viene riportato in una lettera firmata, una vera e propria richiesta di aiuto che arriva da Cavo.

“Vi scrivo – dice un nostro lettore –  nel tentativo di dare voce alla situazione ormai generalizzata ma non per questo meno pericolosa. A Cavo abbiamo i cinghiali praticamente in paese , la sera è diventato pericoloso uscire anche ad orario normale come le 10,30 di sera ! Sono gruppi di 10/15 cinghiali che scendono dal bosco e circolano liberamente fino alla porta di casa.  È dallo scorso anno che cerchiamo di coinvolgere il comune e  le guardi provinciale ma non fanno niente! È una situazione pericolosa a cui va data voce,  altro che il deposito per la carne !”

Una risposta a ““Non usciamo più di sera, i cinghiali sono alla porta di casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

L’arrampicata in zona B del Parco, dove nidificano i falchi

Sant'Andrea: Legambiente chiede spiegazioni alle istituzioni interessate

Sicurezza spiagge, un incontro per definire le regole

Non escluso il ricorso al Servizio Collettivo di Salvataggio, suggerito dalla Capitaneria

Cinghiali, “anche questa volta non si risolve niente”

Il comitato per l'eradicazione: "Propongono soluzioni vecchie di 30 anni"