,

L’incontro di Angelo Zini con gli “Amici dell’Enfola

Bilancio positivo per il candidato sindaco, in corsa per il secondo mandato

Si è svolto in un clima disteso, con dei bei picchi di approfondimento e riflessione,
l’incontro del candidato sindaco Angelo Zini, in corsa per il secondo mandato alle elezioni
amministrative del 8 e 9 giugno, con l’Associazione Amici dell’Enfola.
Una riunione informale, una sorta di piccola piazza con le sedie messe in cerchio (ndr: la
riunione si è nello spazio esterno alla piccola casetta dell’Associazione, sulla spiaggia), una
chiacchierata a cuore aperto che ha riavvolto il nastro fin dall’inizio del mandato attuale, nel
2019, con gli obiettivi auspicati, le promesse manifeste, e a seguire le grandi difficoltà
affrontate nei cinque anni di amministrazione, fra pandemia e traversie economicofinanziarie.
E proprio da quest’ultimo punto – ovvero l’approvazione del bilancio consolidato 2022, il
rendiconto 2023, DUP 2024-2026 e il previsionale 2024-2026 – si è messo sulla tavola la
possibilità concreta, per il breve e medio termine, di riorganizzare un piano di interventi a
favore dell’area dell’Enfola e a sostegno dei suoi abitanti.
Al centro, sicuramente, la viabilità e la gestione del parcheggio del piccolo promontorio:
non di rado, infatti, chi risiede in zona trova difficoltà a spostare o mettere in sicurezza il
proprio veicolo a causa del grande afflusso di turisti e non residenti.
Il candidato sindaco Zini, accompagnato nella visita anche dall’attuale Assessore Leo Lupi,
che ha avuto fra le sue deleghe proprio i lavori pubblici e mobilità e traffico, hanno
ascoltato con attenzione le richieste e il punto di vista dei membri dell’associazione,
incoraggiandoli ad una partecipazione sempre più attiva alla cosa pubblica in modo da
disegnare insieme dei progetti a prova di territori e comunità locali.
“Sono infatti proprio l’ascolto e la condivisione” – conclude Zini – “due degli elementi
fondamentali di questo mio secondo capitolo: fare insieme, per fare meglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Il saluto del sindaco Nocentini a Don Antonio Mazzi

L'evento della Fondazione Exodus. Don Antonio ha battezzato la figlia di due educatori

Zini: “Il ripascimento l’abbiamo progettato e finanziato noi”

L'ex sindaco: "La ditta ha dovuto posticipare l'intervento per impegni già assunti"

Ripascimento delle spiagge di Scaglieri e della Biodola

Il sindaco: "Tempi dipesi da nostri predecessori, lo chiedono a gran voce gli operatori"