Il video e le interviste

Cosa significa essere comandante di una barca di lusso?

Le risposte di quattro comandanti di super yacht. Un mestiere fortunato ma difficile


Diventare il Capitano di una bella barca di un Super-Yacht è un sogno che accomuna molte persone. A chi non è mai capitato di trovarsi in ufficio, in città, o qui all’Isola d’Elba guardare fuori dalla finestra vedere il mare e iniziare a fantasticare su un’altra vita, un altro lavoro, un altro posto. Sicuramente, tanti hanno avuto, almeno una volta nella vita, una personale versione di questa “fantasia di fuga”.
Ma cosa significa e non, nell’immaginario collettivo essere comandante di una barca di lusso? In un posto come l’isola d’Elba non è difficile cominciare la strada che porta forse ad un sogno? Molti comandanti si sentono dire: che lavoro fortunato fai, oppure ti invidio, tu giri il mondo a 5 stelle. E poi una struttura a supporto degli yacht durante tutto l’anno come per esempio i Cantieri navali Esaom di Portoferraio, è incentivante per gli armatori e per i comandanti? A queste e ad altre domande rispondono i comandanti:
Lamberto Ferrini
Lorenzo Allori
Mattia Righetti
Fabrizio Sardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Napoleone: “La villa? Nessuno mi ha chiesto un parere”

La discussione sui social dopo le foto della nuova facciata della residenza di S. Martino

“Borghi di Marciana 2026”, dieci progetti per due comuni

Le giunte Barbi e Allori insieme per accedere ai finanziamenti per le piccole comunità