il video e l'intervista

Si è concluso Seif. Ecco il resoconto della sesta edizione

Sull'accessibilità dei porti alle scuole blu e il premio al navigatore Marco Rossato

Si è conclusa a Marciana Marina, all’Isola dell’Elba, la sesta edizione di SEIF – Sea Essence International Festival, il festival organizzato da Fondazione Acqua dell’Elba che quest’anno ha messo al centro le “Connessioni”. Consegnato il Premio SEIF a Marco Rossato,
primo navigatore paraplegico ad aver circumnavigato l’Italia in solitaria, e annunciata l’adesione delle scuole dell’Elba alla rete europea di Blue Schools, iniziativa avviata dalla Commissione Europea e promossa da UNESCO-IOC. Nel corso dell’evento, i comuni dell’Arcipelago Toscano hanno ricevuto la bandiera dell’Accordo Pelagos per aver rinnovato la Carta di Partenariato per la difesa del Santuario Pelagos.

L’Isola d’Elba che diventa ufficialmente prima unità territoriale d’Europa in cui tutti gli istituti scolastici sono certificati come “Blue Schools” (Scuole Blu), la prima edizione del Premio SEIF assegnata al navigatore paraplegico Marco Rossato per il suo lavoro dedicato all’accessibilità dei porti, le bandiere dell’Accordo Pelagos consegnate ad otto comuni dell’Arcipelago Toscano, l’apertura di nuove tratte della Via dell’Essenza, la valorizzazione della Rotta dei Fenici. Sono alcuni dei risultati raggiunti e raccontati nel corso della sesta edizione di SEIF – Sea Essence International Festival, il primo festival internazionale dedicato alla salvaguardia e alla valorizzazione del mare e della sua essenza organizzato dalla Fondazione Acqua dell’Elba. La manifestazione, che si è svolta dal 28 al 30 giugno a Marciana Marina, ha messo al centro il tema delle “Connessioni” (per Natura, per Cultura e per Amore) per celebrare l’importanza di tutte le relazioni economiche, ambientali, culturali e sociali che il mare ha nel tempo permesso di sviluppare.

“Il tema di SEIF 2024 è rappresentativo dell’importanza di tutte le relazioni e i legami che nel tempo si sono costruiti e intrecciati, e che porteranno anche in futuro a nuovi e importanti progetti. Abbiamo ribadito la necessità di dialogare e confrontarsi tra comunità locali, società, politica, associazionismo, aziende, scuola e mondo della cultura per proteggere il nostro ecosistema marino”, spiega Fabio Murzi, Presidente della Fondazione Acqua dell’Elba. “Siamo orgogliosi che il festival SEIF sia diventato un’occasione per connettere e unire chi ha a cuore il mare e la sua valorizzazione. I grandi risultati raggiunti in questi anni di lavoro ci danno la spinta per continuare lungo questa rotta”.

Le scuole dell’Elba entrano nel network europeo delle Blue Schools
L’Isola d’Elba è ufficialmente la prima unità territoriale d’Europa in cui tutti gli istituti scolastici sono certificati come “Blue Schools” (Scuole Blu). L’iniziativa della Commissione Europea promossa da UNESCO-IOC punta a coinvolgere scuole, insegnanti, studenti e studentesse in programmi di Ocean Literacy (Educazione all’Oceano). L’annuncio è arrivato proprio durante SEIF 2024. Il percorso che ha consentito alle scuole dell’Elba di entrare a far parte della rete europea di Blue Schools è stato possibile grazie al lavoro di coordinamento di Fondazione Acqua dell’Elba, che ha lanciato la proposta di adesione al network e seguito la progettualità dall’inizio alla fine, e al supporto scientifico del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Ad essere nominate “scuole blu” sono l’Istituto Comprensivo Statale “Sandro Pertini” (Portoferraio), l’Istituto Comprensivo Statale “G. Carducci” (Porto Azzurro, Capoliveri, Rio), l’I.S.I.S. “Raffaele Foresi” (Portoferraio), l’I.T.C.G. “Cerboni” (Portoferraio), l’Istituto Comprensivo Statale “G. Giusti” (Campo nell’Elba, Marciana e Marciana Marina). L’Isola d’Elba con i suoi istituti, inoltre, si trova all’interno della Riserva della Biosfera MaB UNESCO “Isole di Toscana”, istituita nel 2003 e gestita dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano: si tratta di un ambiente che racchiude una grande diversità geologica, geomorfologica, biologica e culturale rappresentativa della regione mediterranea. I riconoscimenti sono stati consegnati alla presenza di Ana Vitória Tereza de Magalhães (Ocean Literacy, IOC Project Office).

Premio SEIF al navigatore Marco Rossato
In occasione di SEIF 2024 si è svolta la prima edizione del Premio SEIF, istituito da Fondazione Acqua dell’Elba per raccontare l’impegno di chi si dedica concretamente al mare. Il riconoscimento è stato consegnato nel corso del Festival a Marco Rossato, primo navigatore paraplegico ad aver circumnavigato l’Italia in solitaria. Rossato ha infatti trasformato la sua passione per il mare in una missione di inclusività, fondando l’associazione I Timonieri Sbandati ETS, di cui oggi è Presidente, e mettendo in campo iniziative e progetti di valore sociale per abbattere le barriere architettoniche in navigazione e per sensibilizzare sull’accessibilità dei porti. Obiettivo: restituire e moltiplicare le opportunità nel mondo velico per le persone con disabilità e non solo. A consegnare il Premio SEIF a Marco Rossato è stato Stefano Baccelli, Assessore alle Infrastrutture, Mobilità e Governo del Territorio della Regione Toscana.

Santuario Pelagos: consegnate le bandiere ai Comuni dell’Arcipelago Toscano
Durante SEIF, spazio inoltre al Santuario Pelagos con la consegna delle bandiere dell’Accordo Pelagos agli otto Comuni dell’Arcipelago Toscano che si affacciano sull’area marina protetta e che hanno firmato la Carta di Partenariato Pelagos: Livorno, Capraia Isola, Portoferraio, Porto Azzurro, Capoliveri, Rio, Marciana e Marciana Marina. I Comuni testimoniano così l’impegno per la salvaguardia di questa porzione di mare, unica area marina internazionale dedicata alla‎ ‎protezione dei mammiferi marini e dei loro habitat nel Mar Mediterraneo: il Santuario è stato creato in seguito all’Accordo sottoscritto tra Italia, Francia e Principato di Monaco ed entrato in vigore nel 2002 per mettere in campo azioni concertate. Nel 2009 è stata poi istituita la Carta di Partenariato Pelagos – che ha ora una validità di 3 anni e vanta 91 comuni firmatari – proprio per creare un network tra l’Accordo e i Comuni ricadenti nell’area del Santuario. Tra gli obiettivi della Carta: rendere più tangibile il Santuario agli occhi del pubblico; creare nuove sinergie su temi relativi ai mammiferi marini e alla loro protezione; coinvolgere i partner territoriali per promuovere gli obiettivi dell’Accordo e realizzare azioni concrete a favore dei mammiferi marini.

Valorizzare il turismo rigenerativo: l’esempio della Rotta dei Fenici
Come esempio di “connessioni” che superano ogni confine sia fisico che temporale, a SEIF ha fatto tappa anche la Rotta dei Fenici, itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio d’Europa che connette le grandi direttrici nautiche utilizzate fin dal XII secolo a.C. dal popolo dei “grandi navigatori”: attraverso queste rotte, i Fenici diedero origine ad una grande civiltà che si affermò con l’espansione ad Occidente. Seguendo la metodologia della Pedagogia del Patrimonio, la Rotta dei Fenici promuove un turismo rigenerativo integrato identitario e responsabile in collaborazione con organizzazioni pubbliche e private, locali, nazionali ed internazionali, alla scoperta del vero Mediterraneo. Con questo obiettivo, sono nate anche reti di operatori turistici che stanno sviluppando innovative offerte di turismo di scoperta basato su un programma di qualità dei servizi alla fruizione.

Inaugurate 4 nuove tratte de “La Via dell’Essenza”
SEIF è stata occasione per raccontare l’evoluzione de “La Via dell’Essenza”, la rete di sentieri costieri che permettono di fare trekking vista mare che Fondazione Acqua dell’Elba e PNAT (Parco Nazionale Arcipelago Toscano) stanno rinnovando, per promuovere la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e valorizzare l’ecosistema elbano. Il progetto punta a rendere gli otto percorsi sensoriali che compongono la Via dell’Essenza ancora più fruibili grazie al ripristino del piano di calpestio, al rinnovo della segnaletica, alla digitalizzazione delle mappe, all’individuazione e alla valorizzazione dei punti di interesse. Dopo aver presentato il 1° sentiero lo scorso anno, durante SEIF 2024 sono state inaugurate le tappe 2-3-4-5 (da Sant’Andrea a Marina di Campo). Le tappe 6-7-8 sono attualmente fruibili e verranno nei prossimi mesi dotate dei medesimi servizi delle tappe precedenti.

Premio Arte Acqua dell’Elba: consegnate le borse di studio a tre giovani talenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera

Nell’ambito di SEIF 2024 sono state consegnate le tre borse di studio istituite dalla Fondazione Acqua dell’Elba – del valore di 1.500 euro ciascuna – alle vincitrici del Premio Arte Acqua dell’Elba 2024: Alessia Bressan, con l’opera “Arcipelago”, Anna Leopardi con “Dona nobis pacem” e Maria Chiara Pernici con “Chiedi al polline”. Giunto alla sua 8ª edizione, il Premio Arte Acqua dell’Elba viene sviluppato in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera e ogni anno premia il talento e il merito di 20 studenti e studentesse dell’Accademia di Brera. Gli artisti e le artiste hanno realizzato opere pittoriche, plastiche, fotografiche ed extramediali interpretando proprio il tema “Connessioni”, lo stesso condiviso con SEIF. Le opere sono state protagoniste di una mostra a Portoferraio in contemporanea con il festival. L’obiettivo è quello di celebrare tramite l’arte, la discussione e lo spettacolo, l’importanza delle relazioni economiche, ambientali, culturali e sociali che il mare ha permesso di sviluppare nel tempo.

Formazione, arte e cultura a SEIF
L’edizione 2024 di SEIF è stata inoltre caratterizzata da un ricco calendario di attività mattutine e pomeridiane, a partire dagli appuntamenti di Vele Spiegate, con volontari e volontarie di Legambiente che hanno ripulito la Spiaggia della Crocetta di Marciana Marina. Anche l’autore e giornalista Massimo Canino ha partecipato a SEIF con l’appuntamento quotidiano “LegginBarca”, con letture dal suo libro “Frontemare. Storie comuni e straordinarie dai porti di Toscana” a bordo della barca a vela Mary Bird VII. Marco Rossato e i Timonieri Sbandati, Associazione Sportiva dilettantistica che promuove l’accessibilità nello sport e in particolare nella vela per le persone con disabilità motoria, hanno accolto gli ospiti a bordo dell’imbarcazione eco-friendly e priva di barriere architettoniche Tornavento.

L’Elbadiving di Marciana Marina ha portato i partecipanti in profondità, con immersioni dedicate offerte da SEIF.

Ai più piccoli è stato dedicato SEIF 4 Kids, un mini-festival parallelo pensato ad hoc per far avvicinare bambini e bambine alla cultura e alla salvaguardia dell’ecosistema marino. Hanno così ballato con il laboratorio di danze popolari a cura di Viola Centi e scoperto le bellezze del mare grazie ai laboratori didattici e alla mostra “Il respiro del mare – Le meraviglie del Santuario Pelagos” del Parco Nazionale Arcipelago Toscano.

Sotto il cielo stellato di Marciana Marina, SEIF ha dato infine spazio all’arte, veicolo fondamentale per portare ad un pubblico sempre più vasto la tematica ambientale, grazie alle serate di teatro e musica pensate per disseminare una nuova cultura del mare. Viola Centi e il Teatro del Mediterraneo hanno portato in scena lo spettacolo inedito “Canti e cunti di mari erranti”, la cantante Karima ha riempito di note la piazza di Marciana Marina con il concerto “Bacharach Forever” – nato dalla collaborazione con il Festival Internazionale Elba Isola Musicale d’Europa – dedicato al compositore Burt Bacharach. A chiudere la manifestazione, infine, il concerto al pianoforte “Piccola filosofia del mare tra note e parole”, con le musiche originali di Paul R. Cuddle e prodotte dal Maestro Vince Tempera, accompagnate dalle letture di Arianna Brandolini tratte dai libri “I sensi del mare” e “Racconti di Mare”, realizzati da Acqua dell’Elba e rispettivamente, a cura di Roberto Mordacci (Università Vita-Salute San Raffaele) e Mauro Ferraresi (Università IULM).

Gli ospiti delle Connessioni di SEIF 2024
Nel corso di SEIF sono stati tanti i protagonisti che hanno permesso di accendere i riflettori su temi di grande interesse. La manifestazione si è aperta con i saluti istituzionali di Fabio Murzi (Presidente Fondazione Acqua dell’Elba), Norman Larocca (Direttore Fondazione Acqua dell’Elba) e Rossella Muroni (Direttrice scientifica di SEIF). All’inaugurazione di SEIF ha preso parte anche Floriana Segreto, nuova comandante della Capitaneria di Porto-Guardia costiera di Portoferraio, che ha presenziato all’evento alla sua prima uscita pubblica.

Il panel “Connessi per Natura”, focalizzato sul Santuario Internazionale Pelagos, è stato moderato dalla giornalista di RAI Isoradio Chiara Giallonardo e ha visto la partecipazione di: Giampiero Sammuri (Presidente Parco Nazionale Arcipelago Toscano); Costanza Favilli (Segretaria Esecutiva Accordo Internazionale Pelagos); Silvia Sartori (Ministero Ambiente e Sicurezza Energetica); Giulia Mo (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale); Monia Monni (Assessore Ambiente Regione Toscana). Sono inoltre intervenuti i rappresentanti di Marevivo e Legambiente per raccontare i progetti realizzati sull’Isola d’Elba in collaborazione con Fondazione Acqua dell’Elba.

Il workshop “Connessi per Cultura”, che ha esplorato il tema del turismo rigenerativo a partire dalla Rotta dei Fenici, è stato moderato dalla giornalista Diana de Marsanich e ha visto come ospiti: Antonio Barone (Direttore La Rotta dei Fenici); Marino Garfagnoli (Geografo, esperto di isole e socio della Federazione Rotta dei Fenici; Fabio Viola (Game Designer); Eugenio Farioli Vecchioli (Autore e Regista RAI Storia); Luca Peyronel (Consulente Scientifico e archeologo); Valentina Anselmi (Direttrice Rete SMART Sistema Museale Arcipelago Toscano “Il patrimonio sommerso. Un museo sul fondo del mare”); Ana Vitória Tereza de Magalhães (Ocean Literacy, IOC Project Office).

***

SEIF 2024 si è svolto con l’endorsement del Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (2021-2030)e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Ministero per la protezione civile e le Politiche del Mare, Guardia Costiera – Capitaneria di Porto, Regione Toscana, Parco Nazionale Arcipelago Toscano, Federparchi, Accademia delle Belle Arti di Brera, Università IULM, Legambiente, Marevivo, Ispra, ASVIS, Symbola, Associazione Isole Minori, Rotta dei Fenici, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, VisitElba, Comune di Marciana Marina, Comune di Marciana, Comune di Campo nell’Elba, Comune di Porto Azzurro, Comune di Portoferraio, Comune di Capoliveri, Comune di Rio, Forum Giovanile Isola d’Elba, Pro Loco Marciana Marina. Media partner dell’evento sono stati: Il Tirreno; Il Nautilus; Pressmare; Canale Energia; Sirene Journal; Brave Tuscany.

***

Fondazione Acqua dell’Elba è una realtà no-profit nata nel 2022 dalla volontà di Acqua dell’Elba per dare maggiore forza all’impegno da sempre profuso a favore dell’Isola d’Elba con una struttura dedicata, per amplificare l’impatto delle attività sul territorio e contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone che lo vivono. La Fondazione è impegnata in programmi dal respiro nazionale e internazionale lungo cinque direttrici – Ambiente, Istruzione, Cultura, Sociale e Arte – per contribuire a tutelare l’ecosistema dell’isola e a valorizzarne il patrimonio sociale e culturale.

Acqua dell’Elba – Società Benefit è un’impresa familiare fondata nel 2000 da Fabio Murzi, Chiara Murzi e Marco Turoni. Nata con l’idea di racchiudere in un flacone l’essenza del mare, l’azienda, diventata nel 2021 Società Benefit, è oggi presente sul mercato con 27 negozi monomarca in Italia e 5 all’estero e una rete di distribuzione che conta circa 580 profumerie in Italia e 430 all’estero. Acqua dell’Elba è impegnata sul fronte sostenibilità con molteplici progetti tra cui SEIF – Sea Essence International Festival, il primo festival dedicato alla tutela e alla promozione del mare e della sua essenza, e Elba 2035, il progetto di ascolto ed ingaggio del territorio volto ad avviare progettualità specifiche per rendere l’Isola d’Elba ancora più attrattiva e sostenibile entro il 2035, culminato nel 2021, nella realizzazione del Manifesto di Sostenibilità. Manifesto che ha raccolto le energie e le idee direttamente dal territorio attraverso il percorso partecipativo di Elba 2035 con lo scopo di creare una visione di futuro condivisa basata sulla sostenibilità. Nel 2022 Acqua dell’Elba ha rafforzato il suo impegno a favore dell’Isola d’Elba con il debutto della Fondazione Acqua dell’Elba, struttura senza scopo di lucro impegnata in programmi dal respiro nazionale e internazionale lungo cinque direttrici: Ambiente, Istruzione, Cultura, Sociale e Arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

A due studenti elbani la borsa di studio “Claris Appiani”

Sono la campese Giulia Ferrini e il portoferraiese Lorenzo Minelli del Liceo Foresi

Assegnate le borse di studio alle tre opere vincitrici

La mostra è aperta fino al 2 luglio presso la Sala di Arti Visive Telemaco Signorini