Due giovani elbani denunciati per possesso di droga

Controlli dei Carabinieri intensificati con le prime presenze turistiche sull'isola

Nell’ambito del potenziamento dell’attività di prevenzione e repressione dei reati predatori, in materia di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, nell’ottica di accrescere la percezione di sicurezza nella cittadinanza locale e nei turisti che sempre più numerosi affollano l’isola in vista della primavera, la Compagnia Carabinieri di Portoferraio ha impresso massimo impulso alle attività di controllo del proprio territorio, attraverso l’esecuzione di specifici servizi con particolare attenzione alla porta d’ingresso dell’isola, ovvero la zona portuale.

I carabinieri della Compagnia di Portoferraio hanno infatti intensificato la vigilanza nel territorio predisponendo controlli mirati volti anche a contrastare fenomeni che compromettono la sicurezza stradale, monitorando la circolazione stradale con la predisposizione di posti di controllo, nel corso dei quali sono state identificate 32 persone e controllati 21 veicoli, nonché 2 soggetti sottoposti a misure cautelari o di prevenzione.

Nell’ambito del servizio, i carabinieri hanno segnalato alla Prefettura di Livorno quali assuntori di sostanze stupefacenti due elbani, un 40enne ed un 20enne, trovati in possesso rispettivamente di gr. 30 di marijuana e gr. 4 di hashish destinato all’uso personale. Nei loro confronti si pronuncerà il Prefetto di Livorno. La droga rinvenuto è stata sottoposta a sequestro.

La massiccia presenza sul territorio ha avuto anche la funzione preventiva di disincentivare eventuali malintenzionati e proseguirà anche in futuro. L’attenzione della Compagnia Carabinieri di Portoferraio rimane alta e costante sull’intero territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Controlli dei NAS dei Carabinieri, sanzionati cinque locali

Gli interventi a Capoliveri, Portoferraio e Rio. Effettuati anche sequestri di alimenti

Parcheggio Capo Bianco: si chiude il processo , tutti assolti

Gli accusati erano Mauro Parigi, Giuliano Pardi e i coniugi Enrico Cioni e Raffaella Pucci

Capi d’abbigliamento contraffatti, sequestrati 5000 pezzi

Dalla Guardia di Finanza duro colpo ai fornitori. Valore commerciale circa 2 milioni