Campo nell'Elba

Eseguiti interventi edili senza permesso a costruire

I controlli dei Carabinieri Forestali del Nucleo Parco di Marciana Marina

I Carabinieri Forestali del Nucleo Parco di Marciana Marina, nell’ambito delle costanti attività di controllo finalizzate alla tutela dell’ambiente e dei vincoli paesaggistici ed ambientali, hanno svolto delle verifiche nel comune di Campo nell’Elba dove erano in corso dei lavori cantieristici, rilevando violazioni alla normativa ambientale.
Nel corso del sopralluogo i militari hanno accertato la realizzazione di interventi edili eseguiti in assenza di permesso di costruire ed in assenza di autorizzazione per il vincolo paesaggistico.
In particolare, la violazione riguarderebbe la realizzazione di una viabilità commissionata in assenza di autorizzazioni e la conseguente modifica del terreno circostante mediante rimozione della vegetazione e movimento di terra in un’area da considerarsi vincolata dal punto di vista paesaggistico ed idrogeologico.
Il committente dei lavori e rappresentante stesso della ditta esecutrice, residente nel cuneese è stato sanzionato e denunciato in stato di libertà per interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali e per opere eseguite in assenza di autorizzazione paesaggistica o in difformità da essa.

2 risposte a “Eseguiti interventi edili senza permesso a costruire

  1. Mario Fossi Rispondi

    Dire “qualcuno” è usare un eufemismo…

    2 Marzo 2024 alle 20:57

  2. Marisa Rispondi

    C’ è sempre qualcuno che ci prova ….( A fare i propri interessi , soprattutto a discapito dell’ ambiente !!
    Buonasera .

    2 Marzo 2024 alle 18:23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Controlli dei NAS dei Carabinieri, sanzionati cinque locali

Gli interventi a Capoliveri, Portoferraio e Rio. Effettuati anche sequestri di alimenti

Parcheggio Capo Bianco: si chiude il processo , tutti assolti

Gli accusati erano Mauro Parigi, Giuliano Pardi e i coniugi Enrico Cioni e Raffaella Pucci

Capi d’abbigliamento contraffatti, sequestrati 5000 pezzi

Dalla Guardia di Finanza duro colpo ai fornitori. Valore commerciale circa 2 milioni