/ le foto

Studenti del Cerboni impiantano vigna agli Orti Sociali

L'iniziativa nell’ambito del progetto “Cittadini Custodi della Cultura Contadina Elbana”

Gli studenti della Quarta dell’indirizzo agrario dell’ITCG Cerboni, sotto la guida del Professor Alessandro Petri, hanno compiuto un atto significativo per la riscoperta delle tradizioni contadine dell’Isola d’Elba. Nell’ambito del progetto “Cittadini Custodi della Cultura Contadina Elbana”,  di cui la Fondazione Isola d’Elba è capofila – Progetto approvato con D.D.R.13511/23 con il contributo di Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Regione Toscana –  i ragazzi, dopo aver preparato in precedenza un lotto di terreno, adottando il metodo della squadratura a un metro, presso gi Orti Sociali a Portoferraio, messo a disposizione da Auser Odv, partner del progetto, hanno impiantato 80 maglioli di Ansonica: i maglioli, ovvero le talee della vite, sagomati a zampa di cavallo anticamente venivano piantati a mano dai viticoltori di un tempo, o servendosi di una gruccia denominata “forchetta”.  L’obiettivo è quello di far crescere una vigna secondo il metodo tradizionale ad alberello, ripercorrendo le modalità di un antico mestiere, fatto di sudore e  fatica,  ma anche di grande esperienza e cultura,  in un’epoca in cui non esistevano mezzi moderni a facilitare il lavoro nei campi.

Dopo il prelevamento dei maglioli di Ansonica e potatura del vigneto in taglia Guyot in località Campo ai Peri, grazie al contributo dell’imprenditore agricolo Dimitri Galletti, le viti sono state messe a dimora senza portinnesto (produzione diretta), distribuite su 10 filari con sesto di impianto di 1m.x1m. Questo gesto non solo vuole mettere in luce le antiche pratiche agricole, ma vuole disvelare le radici contadine della comunità: i vecchi abitanti dell’isola si dedicavano con cura alla vigna e all’orto, anche se svolgevano altri mestieri.

La decisione di adottare il metodo tradizionale non è casuale: essa riflette una consapevole scelta di riscoperta degli antichi metodi di coltivazione per valorizzarli e capirne il potenziale in chiave ecosostenibile. Questo progetto non solo intende conservare la memoria del passato e la cultura agricola locale, ma indicare pratiche agricole sostenibili per il futuro.

Cittadini Custodi della Cultura Contadina Elbana continua a promuovere l’educazione e l’orientamento verso le professioni del settore agricolo e la conservazione delle tradizioni locali: l’impegno degli studenti dell’Istituto Agrario Cerboni è un esempio di come la connessione con la propria storia possa ispirare azioni significative per la sostenibilità ambientale e culturale.

Per ulteriori informazioni sul progetto visita il nostro Sito Web ed i canali social Instagram e Facebook

Info e contatti:
Patrizia Lupi +39 339 697 4753   –  Giada Lottini  +39 338 384 4558

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Le erbe aromatiche della macchia diventano acquarelli

Gli alunni di Casa del Duca artisti della cultura contadina elbana. Il progetto

Racconti riesi: “Rio Castello, storie di cucina e di cantina”

Si terrà mercoledì 7 l'iniziativa del Circolo Ricreativo e Culturale "Mario Cacialli"

Il tuffo dell’Epifania alle Ghiaie ricordando Vincenzo

Una delegazione dell'Elba Rugby ha affiancato gli "Elefanti del Mare". La commozione