Accadde il 17 dicembre, l’annuario della memoria elbana

di Giovanni Frangioni

Il colonnello Stanislao Bechi, fucilato dai russi, il 17 dicembre 1863, a Wloclaweck in Polonia, dove era accorso per difendere la causa della libertà contro la Russia, era nato a Portoferraio il 2 giugno 1828. Dopo 74 anni dalla sua morte, fu deposta la sua urna, con la gloriosa zolla di
terra, nel Tempio Votivo dei Caduti per la Patria, di Portoferraio.
(Tratto dal libro “Per non dimenticare…” di Leonida Foresi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

“Un click nella storia riese”, giovedì nuovo appuntamento

Il progetto dell'associazione culturale "Carlo d'Ego" insieme ai ragazzi delle scuole di Rio

26 febbraio, la fuga di Napoleone dall’isola d’Elba

Duecentonove anni fa, dopo 299 giorni di permanenza. La storia di quel giorno