Msc, per Moby solo un “prestito societario” di 316 milioni

Nessuna cessione, non cambia niente per la gestione della continuità territoriale

Alessandro, Vincenzo e Achille Onorato

Non c’è stato un trasferimento di quote azionarie fra MSC e Moby, ma un prestito societario. A chiarire la questione è un articolo di marittimienavi.net .
Si delineano più chiaramente quindi i contorni dell’operazione che ha portato il gruppo Msc a investire 316 milioni di euro in Moby per contribuire a ripianare i debiti della compagnia di Vincenzo Onorato (foto) che ha ottenuto ormai da tempo l’omologa dal Tribunale di Milano per il concordato preventivo e sta seguendo un percorso di riequilibrio dei conti.
Vicende che vengono seguite naturalmente anche a Piombino, Isola d’Elba e Livorno, dove operano le navi della flotta Moby, ma che non cambiano lo stato attuale della gestione delle linee coperte dalle navi del gruppo.

2 risposte a “Msc, per Moby solo un “prestito societario” di 316 milioni

  1. Aijeje brasof Rispondi

    Onorato Moby ricordatevi quando eravate agli inizi con moby gum e moby rider poi con le prime navi nuove fantasy e wonder ,agli inizi il direttore sig mura ed altri venivano a cercare gli autisti x cercare di convincere i vettori poi pian piano an fatto capire che se gli autisti non passavano era meglio c’erano solo i turisti

    4 Dicembre 2023 alle 12:56

  2. Renzo Rispondi

    Bruscolini!!!!!!!.

    4 Dicembre 2023 alle 9:12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pazienti oncologici e traghetti, ecco come è andata

di Emma Feole, Presidente Pubblica Assistenza Capoliveri

Falso allarme: è in restauro la statuetta della Madonnina

Arriva la precisazione dopo la foto-protesta di un nostro lettore: presto al suo posto

All’incontro sulla sanità c’erano anche Montauti e Caracci

Un'inesattezza contenuta nel comunicato di Francesco Semeraro. (Di redazione)