Portoferraio

“Il sindaco Zini conferma che rivaluterà alcune scelte ZTL”

di Arianna Rossi

Da Arianna Rossi , già autrice di un intervento sulla Ztl di Portoferraio, riceviamo e pubblichiamo integralmente:

l 24 agosto il Sindaco Zini ha ricevuto me e Anna Galletti, quali rappresentanti del Comitato Centro Storico, e delibera alla mano abbiamo discusso per un’ora abbondante sui punti dolenti della stessa, c‘è stato uno scambio di opinioni al fine di trovare una soluzione per gli abitanti del centro storico.
Abbiamo evidenziato al primo cittadino che pur mettendo dei tagliandi con diritto di parcheggio, le auto parcheggiate saranno comunque le stesse e obbligare con una delibera molti abitanti del centro storico a parcheggiare fuori implica che il comune trovi un posto idoneo a tale scopo e crei un collegamento continuo con il centro, che non può essere garantito dalle ApiCar, molto carine, ma idonee al turista.
Parlando dell’obbligo alla sosta con disco orario, abbiamo fatto presente che ad oggi nessun parcheggio è stato destinato a disco orario.
Scorrendo ancora la delibera siamo arrivati alla questione in cui la zona del centro storico alto sarà lasciata aperta, quindi non interdetta al traffico dalle 07:00 della mattina alle 17:30 del pomeriggio, questoper consentire l’accesso di tutti i genitori dei bambini che frequentano la scuola materna e la scuola elementare all’interno del centro storico, con la conseguenza che nell’orario di recupero dei figli scoppierà un putiferio tra le auto che hanno diritto di parcheggio con il posto assegnato(permanenti o con disco orario) e quelle dei genitori che non hanno nessun diritto a parcheggiare, una gara all’ultimo posto in barba ai colori, bianco, giallo e blu dove chi si sente forte del possesso di permesso fino ad oggi non necessario, farà la voce grossa .
Ci siamo soffermati sul cartellino a tempo che viene rilasciato a chi fa assistenza agli anziani, non è possibile che un’ora basti per svolgere questo sacrosanto servizio e rimane sempre il fatto che non ci sono posti assegnati a disco orario.
Muratori, idraulici , elettricisti, etc, almeno che non siano in possesso di un permesso speciale non potranno sostare più di due ore, già è un problema reperirli in tempi brevi quando ci sono le urgenze, figuriamoci se devono andare anche in comune per farsi rilasciare un permesso speciale.
Per quanto riguarda il centro storico alto abbiamo chiesto che la chiusura permanga nel periodo estivo negli orari che sono stati sempre utilizzati con il diritto di passaggio in ZTL per proprietari, affittuari con contratto residenti. Mentre per le strutture ricettive si mantenga il vincolo al passaggio negli orari attuali fino a che non ci saranno parcheggi dedicati.
A seguito dell’incontro il Sindaco Zini ci assicura che l’entrata in vigore sarà posticipata, così da poter rivalutare alcune scelte e trovare soluzioni differenti in merito alla sosta e alla regolamentazione del centro storico alto.
Noi siamo speranzosi e fiduciosi che il primo cittadino mantenga quanto espresso ed evitare annosi ricorsi amministrativi da parte dei suoi cittadini.
Arianna Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Polo scolastico, Zini:” Fase operativa per un grande progetto”

Ora formalizzazione dell'atto. L'area sarà liberata in 45 giorni e consegnato il cantiere

La storia di Mahsa Amini raccontata agli studenti elbani

Amnesty International Gif Isola d'Elba ringrazia gli Istituti Cerboni e Foresi

Tre illustri cittadini onorari nel comune di Marciana

Il sindaco Barbi ha consegnato il riconoscimento a Ferrero, Magnolfi e Patuelli