Attualità

La ferma condanna per gli autori dell’aggressione a Firenze

di Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti della Toscana

Gli studenti davanti alla scuola

Riceviamo dal coordinamento delle Consulte Provinciali degli Studenti della Toscana, una lettera con la quale viene espressa  solidarietà agli studenti coinvolti nei fatti di Firenze e una ferma condanna per gli autori dell’aggressione a nome della Comunità Studentesca della Toscana. Ecco il testo:
Care ragazze e cari ragazzi,
quel che è successo davanti al Liceo Michelangiolo ci sconvolge e chiama tutta la comunità studentesca della Toscana ad esprimersi per ribadire e rilanciare l’adesione ai valori del dialogo, del confronto pacifico, della democrazia e della non violenza che sono alla base della società e della nostra Costituzione. Sono questi principi, in linea con le parole del Presidente Mattarella, che noi intendiamo sostenere.
Chi viola questi principi fondamentali, chi picchia, chi aggredisce, chi reprime l’altro con la forza, merita ferma condanna e nell’attesa che le indagini compiano il loro corso non possiamo che condannare tutti i comportamenti violenti che nulla hanno a che fare con la dialettica democratica assicurando l’impegno degli organismi istituzionali della rappresentanza e della partecipazione studentesca alla costruzione di una cittadinanza responsabile, attiva, critica e riflessiva.
L’impegno che le Consulte Provinciali degli Studenti della Toscana, quindi, assumono è quello di provare a radicare tra gli studenti quei valori democratici e quel concetto di civiltà che sempre il Presidente della Repubblica ha definito “diga contro ogni violenza “.
Il Coordinamento delle Consulte Provinciali degli Studenti della Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Papa Francesco scrive al liceo delle scienze umane

La risposta del Santo Padre agli studenti che lo avevano invitato a collegarsi on line

Angelo senza ali cercasi. (Ringraziamento per un bel gesto)

La commovente mail di Alessandra che cerca un ragazzo che ha aiutato sua madre