Domenica bioblitz aperto a tutti nella Zona Umida di Mola

Ecco come prenotare per partecipare al Darwin Day il 12 febbraio alle ore 15.00

In occasione del Darwin Day, domenica 12 febbraio alle ore 15:00 la World Biodiversity Association (WBA), in collaborazione con il NatLab di Forte Inglese a Portoferraio, Legambiente Arcipelago Toscano e Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, organizza un bioblitz aperto a tutti nella Zona Umida di Mola, con ritrovo all’Aula VerdeBlu Giovanna Neri di Mola (lato Capoliveri).

A condurre la giornata sarà Leonardo Forbicioni Coordinatore WBA onlus – Sezione Arcipelago Toscano, entomologo, naturalista e curatore del NatLab.

Il blioblitz del Darwin Day a Mola è un’attività valida per i PCTO – Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento

Le Zone Umide sono siti di notevole valore naturalistico perché rappresentano uno degli ecosistemi più importanti ed interessanti esistenti sulla Terra, per il loro ruolo nel mantenimento degli equilibri naturali e per la tutela delle risorse idriche.

La Zona Umida di Mola è stata inserita nella Zona B del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed è una Zona speciale di conservazione dell’Unione europea e fa parte della Rete Natura 2000. Nonostante questo, di recente, non è stata risparmiata dai pesanti ed inappropriati interventi di manutenzione dei fossi presenti nell’area: tutta la vegetazione è stata rasata a zero, azzerando, insieme alle specie vegetali, anche quelle animali che in essa trovava rifugio. Il bioblitz sarà quindi l’occasione per ribadire quanto tali interventi siano dannosi ed auspicare che sia l’ultima volta.

Per partecipare è necessario avere uno smartphone dove poter installare l’app iNaturalist.

Con l’app installata, nella sezione “Progetti” del Menù, andrà selezionato o ricercato quello “Biodiversità della Palude di Mola”, dove ciascuno potrà inserire le proprie osservazioni di piante e animali (uccelli, insetti e altro). Il progetto è attivo da più di un anno, conta già centinaia di osservazioni ed ha già permesso l’identificazione di almeno 164 specie diverse,  e punta  a creare un database delle specie presenti nella Zona Umida di Mola, una delle ultime due paludi che ancora sopravvivono all’isola d’Elba.

Prenotazioni: 370 3283801

 

 

Infopark  0565 908231 https://www.parcoarcipelago.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Domenica 2 aprile pulizia della spiaggia di Procchio

Appuntamento alle ore 10 nella piazza a mare, alla fine ristoro con panino e salsiccia

Cinghiali, “La strada giusta è quella dell’eradicazione”

Il presidente del Pnat conferma il percorso istituzionale. Adesso lo studio di fattibilità

“Decidere sull’allungamento dell’aeroporto spetta a Campo”

Barbi, Papi e Allori commentano la situazione n cui si trova lo scalo di fronte ad un bivio