16.ma edizione della rassegna ’L’Isola, il teatro, i giovani’

Anticipati gli appuntamenti primaveribili per permettere i lavori di restauro al teatro

Anche quest’anno il teatro dei Vigilanti – Renato Cioni ha ospitato la rassegna teatrale “L’Isola, il teatro, i giovani organizzata dal Comune di Portoferraio in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo. La necessità di eseguire i lavori di ristrutturazione del Teatro, che partiranno a breve, ha obbligato ad anticipare i consueti appuntamenti primaverili ai mesi di novembre e dicembre. Solo le rappresentazioni dedicate alle scuole dell’infanzia avranno luogo a maggio all’interno dei vari plessi della città. Nella rassegna conclusasi il 9 dicembre ben 5 compagnie teatrali hanno portato in scena spettacoli adatti agli studenti delle diverse fasce di età (scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado) nei quali sono stati trattati argomenti di attualità vicini al mondo dei giovani come ad esempio l’uso dei cellulari e delle nuove tecnologie, la corretta alimentazione e gli impatti sul pianeta Terra degli allevamenti intensivi. Per i più piccoli ci sono stati un incontro con le fiabe di Italo Calvino, uno show di mimica e clown sul potere della fantasia ispirato a Bruno Munari ed uno spettacolo incentrato su una storia di diversità legata alla dislessia. La partecipazione degli istituti portoferraiesi è stata ampia. Gli spettacoli hanno infatti registrato una presenza complessiva di oltre 1500 studenti , tra bambini di tutte le classi dell’istituto comprensivo ‘Sandro Pertini’ e ragazzi dell’Itcg ‘Cerboni’ e dell’Isis ‘Foresi’. Ad essi si sono aggiunti gli alunni di alcune classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado dei Comuni di Porto Azzurro e Capoliveri.
“Quest’anno – dice l’assessore alla cultura Nadia Mazzei – siamo stati costretti riformulare l’offerta culturale teatrale alla cittadinanza per permettere l’esecuzione dei lavori di efficientamento energetico del Teatro dei Vigilanti – Renato Cioni. Non abbiamo, comunque, voluto rinunciare ad offrire ai giovani elbani quell’opportunità di crescita culturale e umana che il teatro rappresenta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Giornata della Memoria, iniziative della Biblioteca di Campo

Un tavolo di libri a tema per il prestito, apertura straordinaria nel pomeriggio

Carabinieri, sensibilizzazione contro le truffe agli anziani

Ancora un incontro a Rio presso il parco minerario, altri ce ne saranno sul territorio

Livorno, Giornata della Memoria al Teatro 4 Mori

Una riflessione per 500 studenti per "Custodire la memoria tra le generazioni"