USL Toscana Nord Ovest

L’oncoematologia di Piombino servirà anche gli elbani

Nella sede di Portoferraio verrà sviluppato un sistema di diagnostica molecolare

A partire dal 3 novembre 2022 il laboratorio analisi chimico cliniche dell’ospedale Villamarina di Piombino sarà il centro di riferimento della diagnostica oncoematologica mediante analisi citofluorimetrica multiparametrica e servirà tutti pazienti dell’area Sud dell’Azienda USL Toscana nord ovest: zone Livornese, Valli Etrusche (Bassa Val di Cecina e Val di Cornia) ed Elba.

Una novità importante che qualifica e distingue la struttura di Piombino all’interno della struttura complessa Analisi chimico cliniche dell’ambito di Livorno.

La diagnostica oncoematologica, eseguita mediante analisi citofluorimetrica multiparametrica, è indispensabile nella diagnosi precoce, nella stadiazione e nel follow-up delle leucemie acute e croniche, nei linfomi e nel mieloma multiplo.

Le caratteristiche e le potenzialità di questo tipo di esami di laboratorio sono inserite nei percorsi diagnostici e terapeutici, in un settore in cui per i singoli pazienti sono necessarie risposte sempre più specifiche, approfondite e tempestive negli esordi, nei decorsi clinici e nelle valutazioni immunologiche.

La citofluorimetria è infatti una metodica di laboratorio che consente lo studio delle malattie ematologiche siano esse linfomi, leucemie e mielomi oltre alle malattie del sistema immunitario acquisite e congenite. I risultati dell’analisi immunofenotipica consentono in modo tempestivo di effettuare la scelta terapeutica più opportuna sulla base del quesito diagnostico, di valutare la risposta alla terapia in atto e l’eventuale ripresa della malattia. Il personale operante in questo settore è altamente specializzato ed è composto da uno staff di 1 dirigente biologo, 1 dirigente medico e 13 operatori tecnici.

Un ulteriore elemento innovativo nell’ambito della rete dei laboratori dell’area Sud è rappresentato dallo sviluppo nella sede di Portoferraio di una diagnostica molecolare rapida a supporto della gestione del paziente critico, un moderno sistema che utilizza pannelli sindromici dedicati alla diagnostica liquorale e alla sepsi.

Rimane invece centralizzata nella sede del laboratorio di Cecina, anche in questo caso per tutta l’area Sud, la diagnostica riferita allo screening del colon retto (ricerca sangue occulto), mentre su Livorno verranno re-indirizzati i test di sierologia infettiva, sempre per efficientare al massimo l’utilizzo dell’alta automazione e per migliorare ulteriormente i tempi di risposta.

Questa riorganizzazione complessiva dei laboratori analisi dell’ambito di Livorno rappresenta un ulteriore passo per valorizzare questa attività e per esaltare le peculiarità delle singole strutture presenti sul territorio.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

“Regione taglia il trasporto gratuito per malati oncologici?”

Capecchi (FdI): "Dal 1 novembre è stato tolto trasporto con auto-vettura e soccorritore"

Visite specialistiche, si può disdire anche via e.mail

La disdetta va fatta entro 48 ore dall'appuntamento fissato. Gli orari

ASL: firmato il contratto integrativo per il comparto

Un aumento in busta paga di 860 euro; 3 milioni di euro per la retribuzione di risultato