/ GUARDA IL VIDEO

Arriva in TV grazie all’Elba la protesta del personale ATA

Un servizio del TG5 ha come testimonial della vertenza l'elbano Gaetano D'Auria

Uno degli ultimi atti del governo Draghi, un decreto ministeriale del dicastero della Pubblica Istruzione, ha stanziato due milioni di euro per gli studenti delle piccole isole. Questi soldi andranno a coprire i disagi dei docenti, ma escludendo ancora una volta il il personale ATA, che  è il personale amministrativo, tecnico e ausiliario degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali.

Su cento docenti, attualmente nella scuola ci sono 18 fra collaboratori scolastici, assistenti amministrativi ed assistenti tecnici.

La protesta è arrivata fino alla tv nazionale: lunedì 10 ottobre alle  13.30 nel TG5 è passato un servizio della rubrica Indignato Speciale, gestita dal noto giornalista Andrea Pamparana, e a fare da portavoce del disagio del personale ATA è stato l’elbano Gaetano D’Auria.

“La protesta è in atto da tempo – ha detto fra l’altro Gaetano – ma la situazione non si sblocca e il personale ATA  non è stato equiparato ai docenti. E’ stato costituito un Gruppo ATA su Facebook per smuovere la situazione: visto che  i sindacati sono fermi, è stata istituita una  battaglia sui social per cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica. Basterebbe 500 mila euro del Governo per adeguare il personale ATA come fatto per i docenti svantaggiati perché lavorano nelle piccole isole”.

Un problema che, visto lo scioglimento del Governo Draghi, passerà al prossimo esecutivo.

Ecco il servizio passato nella Rubrica “Indignato Speciale” del Tg5 di lunedì 10 ottobre 2022.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

25 novembre, le iniziative del “Foresi” e del “Cerboni”

Inaugurata una nuova panchina rossa. In scena anche lo spettacolo "Vietato morire"

Una donazione per la biblioteca scolastica del Liceo Foresi

La Fondazione Acqua dell’Elba ha donato libri scelti con un sondaggio tra gli studenti

Il Liceo scientifico Foresi e il giornalismo del Terzo Millennio

Gli studenti della Quarta e della Quinta e il progetto con la redazione di ElbaPress