Iniziato con successo il Magnetic Opera Festival 2022

Prossimi eventi a Porto Azzurro e alla Madonna delle Grazie. Attesa per Carreras

I giovani eroi Jakub Józef Orliński e Natalia Kawałek con l’ensemble Il Giardino d’Amore diretto da Stefan Plewniak hanno inaugurato con successo alla Linguella di Portoferraio, sull’Isola d’Elba, il Magnetic Opera Festival 2022, giunto alla sua ottava edizione.
La serata barocca è stata solo la prima delle proposte che andranno ad animare l’Isola d’Elba fino al 26 luglio. Il prossimo appuntamento, infatti, è per  domenica 10 luglio alle ore 10, per la prima delle Matinée di musica da camera proposte in Piazza Matteotti a Capoliveri, che vede impegnato ancora una volta l’ensemble Il Giardino d’Amore (ingresso gratuito).
La prossima settimana si apre, poi, con il concerto (a ingresso gratuito) Swinging Generation, in programma lunedì 11 luglio alle ore 21.30 in Piazza Matteotti a Porto Azzurro. Serata crossover tra swing, musica classica e pop, vede nuovamente protagonista la brillante voce del mezzosoprano Natalia Kawałek, applauditissima in Giovani Eroi, che per questa occasione torna in una veste nuova accanto al timbro caldo ed emozionale di Stan Plewniak; i due saranno accompagnati dalla The FeelHarmony band guidata da Stefan Plewniak.
Quindi mercoledì 13 luglio, alle 11, il pubblico è invitato a scoprire, o riscoprire per i più affezionati, un vero e proprio gioiello artistico e architettonico dell’Isola: il Santuario della Madonna delle Grazie di Capoliveri per il concerto ORGANic WOODWINDs per organo e sassofono, dove lo strumento a fiato intesse un inedito dialogo con l’antico organo di Filippo Tronci, tornato al suo originario splendore dopo il lungo e importante restauro voluto dall’Associazione Maggyart. Datato 1738, il pregevole organo, assolutamente innovativo dal punto di vista del modulo architettonico per il contesto organistico dell’epoca in centro Italia, è conosciuto per essere il primo realizzato dal maestro organaro Filippo Tronci alla giovane età di 21 anni. E proprio per questo prezioso strumento il polistrumentista stiriano Georg Gratzer, impegnato al sassofono, e l’organista, improvvisatore e direttore d’orchestra austriaco Johannes Ebenbauer, indiscusso virtuoso dello strumento a tastiera, hanno ideato un programma dedicato con improvvisazioni su canti gregoriani, inni medievali e arrangiamenti del repertorio classico, oltre a composizioni proprie.
Prosegue, quindi, domenica 17 luglio, sempre alle 10 in Piazza Matteotti a Capoliveri il secondo appuntamento cameristico, questa volta con i Solisti dell’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane.
Il Festival presenta, infine, lunedì 18 luglio alle ore 21.30 alla Linguella di Portoferraio Una serata con José Carreras e un doppio appuntamento per martedì 26 luglio: al mattino l’ultima Matinée in programma con musica da camera, sempre in Piazza Matteotti a Capoliveri, e la sera, alle 21.30 alla Linguella di Portoferraio, conclude la kermesse l’opera La Bohème di Giacomo Puccini.
Il Magnetic Opera Festival 2022 è realizzato con il patrocinio dei Comuni di Portoferraio, Porto Azzurro e Capoliveri. I biglietti sono disponibili su www.liveticket.it/maggyart.
Tutte le informazioni sono consultabili sul sito www.maggyart.it e sui canali social ufficiali dell’Associazione Maggyart Facebook e Instagram.
In caso di maltempo Una serata con José Carreras si terrà martedì 19 luglio e La Bohème mercoledì 27 luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

“La notte blu”, a Capoliveri c’è grande attesa per la festa

Tutto pronto per la magica serata in tinta. Musica anni 90 e grandi ospiti

La Bohème conclude il Magnetic Opera Festival 2022

Martedì 26 luglio, sempre alla Linguella di Portoferraio alle 21.30 l'opera lirica di Puccini

Tributo a Rino Gaetano, la Famiglia Malteni a Capoliveri

Domenica 24 luglio il concerto della cover band del cantautore noto per la sua ironia