,

Caso plasma, FdI: “difenderemo l’ospedale elbano”

Il consigliere regionale Diego Petrucci è stato in visita all'ospedale sabato 21 maggio

Lanera e Petrucci davanti l'ospedale

Visita all’ospedale elbano nella giornata di sabato 21 maggio per Diego Petrucci Fdi, consigliere regionale della commissione sanità. Punto centrale della trasferta di Petrucci il caso del plasma iperimmune somministrato ad un paziente elbano, che nei giorni scorsi è diventato un caso. “Siamo venuti per prendere coscienza di questo caso di trasfusione di plasma iperimmune che avrebbe dato speranza di vita a due pazienti elbani” ha sottolineato Petrucci che ha annunciato di aver fatto presente tre aspetti alla direzione sanitaria. La prima riguarda la battaglia per far passare il concetto del dogma e dell’eresia . “Non si può pensare che esista un dogma – ha detti Petrucci – e che chi fuoriesce da questa visione sia eretico. E’ provato da studi mondiali che il plasma iperimmune può dare possibilità di vita a persone che altrimenti non ne avrebbero. Oltretutto non c’è rischio che il plasma faccia male ”. Un altro aspetto che ha sottoposto all’attenzione il consigliere Fdi è il sospetto di una atteggiamento baronale . “Non vorremmo – ha detto – che ci fosse un barone con i baronetti che possono utilizzare un dogma mentre tutti gli altri sono considerati eretici . Uno dei problemi della sanità toscana è questo concetto di baronia che ha soffocato il sistema invece di gestire al meglio e curare più pazienti possibili”. Paventa poi il rischio che così facendo si dia voce ai complottisti . “Non possiamo assumere atteggiamenti che assecondino questa cosa perchè se passa il concetto che non si cerca la cura perché conviene utilizzare il vaccino anche per i sani si fa un danno a tutti” ha continuato. L’azienda sanitaria ha sbagliato e la invitiamo a riflettere su questo atteggiamento. Difenderemo fino in fondo il dottor Belcari per tutto quello che fa per queste ragioni e per quanto fatto nel caso del paziente elbano. Portoferraio per noi è un ospedale centrale in Toscana perchè riteniamo che quanto più si è distanti dal centro tanto più devono essere assicurati i servizi . Portoferraio è un ospedale che deve essere difeso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Acqua razionata a Marciana Marina, divieto uso improprio

Vietato l'uso per scopi diversi da quelli igienico-domestici fino al 15 settembre

Samuele e Tito primo binomio nel soccorso nautico

 Hanno conseguito il brevetto di Unità Cinofila Operativa CSEN con grande successo