Bando traghetti: Landi (Lega), Rischio sciopero concreto

Il consigliere regionale: "La Regione non ascolta, qualcuno si assumerà responsabilità"

La stagione estiva 2024 rischia di passare alla storia per lo stop ai collegamenti con le isole dell’arcipelago toscano a causa dello stato di agitazione indetto dai lavoratori della Toremar e che potrebbe portare in una decina di giorni allo sciopero. Uno sciopero che ha motivazioni ben comprensibili: la decisione scellerata della Regione Toscana di procedere con il bando di gara spacchettando le tratte e non finanziando la Piombino-Portoferraio. Qualcuno se ne dovrà assumere le responsabilità”.
Così Marco Landi, consigliere regionale della Lega e portavoce dell’Opposizione in Consiglio regionale.
“Non bastava muoversi in ritardo, non bastava andare in deroga: la Giunta regionale e l’assessore Baccelli hanno pensato bene di dare un colpo pesantissimo ai lavoratori e ai collegamenti con l’Elba e le altre isole. Nel corso di questa legislatura regionale ho presentato atti su atti sulla qualità del servizio di cabotaggio marittimo, nel presente e per il futuro, fino ad arrivare alla richiesta di comunicazione in Consiglio, svolta nella scorsa seduta. E in ogni occasione ho fatto presente le esigenze dei residenti, dei lavoratori, dei turisti: segnalazioni che purtroppo la Giunta ha deciso di ignorare”, ha concluso Landi.

Una risposta a “Bando traghetti: Landi (Lega), Rischio sciopero concreto

  1. Luciano bell8 Rispondi

    Uno sciopero generale sarebbe la giusta medicina !!!!

    9 Luglio 2024 alle 10:28

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Onorato: “Avevamo avvertito i lavoratori, ormai è tardi”

L'armatore: "Verso di noi attacchi ingiustificati, diamo lavoro a centinaia di persone"

Gara traghetti, Landi: Si va verso un nuova proroga”

Il consigliere regionale: "Se così, nero su bianco a garanzie per residenti e lavoratori"