Protezione della zona umida di Schiopparello e servizi migliori

di Bene Comune

Ancora preziosi, per la conoscenza dei problemi irrisolti del territorio, gli incontri di Marcella Merlini e di Bene Comune nei diversi borghi di Portoferraio. A Schiopparello, proprio a due passi dalla spiaggia (e da ciò che resta della zona umida -una volta Sito di Importanza Regionale- la più importante dell’ Elba), diversi e qualificati gli interventi dei residenti, anche di Magazzini. Dalla parte di strada ancora priva degli allacci alla rete idrica al problema della insufficienza dei collegamenti col bus o, per l’ Estate, di un Chicchero del Golfo, fino al problema della siccità che, oltre che le campagne, riguarda anche la stessa zona umida. Una questione che rimanda a quale sia il miglior utilizzo pubblico dell’ acqua del depuratore: quasi tutta al golf per il quale il recente Piano Strutturale prevede 6 Mila mq di nuove edificazioni (!!) o per la vita del territorio abitato? Forti dubbi anche sulla previsione di grandi parcheggi e nuova viabilità nella zona di Magazzini. Per quanto riguarda il futuro della zona umida delle Prade, una volta Sito di Importanza Regionale (SIR), la proposta che Bene Comune condivide è quella di un suo inserimento nella ZSC/ZPS* Elba orientale e poi nel territorio del Parco Nazionale. * Zona Speciale di Conservazione / Zona di Protezione Speciale. ( Bene Comune)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati