#FatticheParlano: impegno per istruzione e crescita civica

di Lista Angelo Zini sindaco

Il sindaco di Portoferraio Angelo Zini

Dopo aver toccato argomenti come patrimonio culturale e opere pubbliche, apriamo volentieri il capitolo di approfondimento sul mondo dell’istruzione e dell’edilizia scolastica. Negli ultimi cinque anni, l’Amministrazione comunale ha mantenuto un impegno costante nel potenziare l’offerta formativa e didattica delle scuole del territorio. Attraverso una stretta collaborazione con le istituzioni scolastiche, il Comune ha lavorato incessantemente per arricchire le competenze scolastiche, civiche, culturali e sociali dei cittadini, seguendo il Patto Educativo di Comunità sottoscritto il 5 novembre 2022. Portoferraio, punto di riferimento per l’istruzione sull’intera isola, vanta una vasta rete scolastica comprendente due asili nido, una scuola dell’infanzia paritaria e l’Istituto Comprensivo Pertini, che accoglie quattro scuole dell’infanzia, tre scuole primarie e una scuola secondaria di primo grado, oltre a tutte le scuole superiori di competenza provinciale per le quali il Comune mette a disposizione tre edifici scolastici e progetta la costruzione di un nuovo plesso nell’area dei “Macelli”. Durante questo quinquennio, l’amministrazione ha investito oltre 2,5 milioni di euro nell’edilizia scolastica (si rimanda al link finale per poter entrare nel dettaglio di ogni singola opera). Questi fondi sono stati impiegati per interventi finalizzati alla sicurezza e al miglioramento delle strutture, grazie sia alla manutenzione ordinaria svolta dagli operai comunali e dalla partecipata Cosimo de’ Medici, sia a interventi straordinari finanziati dal PNRR. Riconosciamo che i lavori da fare sui nostri plessi sono ancora tanti, infatti ulteriori progettazioni sono in corso per adeguare sempre di più le strutture alle esigenze didattiche e ai criteri di sicurezza attuali; oltre ai fatti concreti, il meccanismo di crescita delle strutture scolastiche viene sostenuto da una programmazione solida e modulata alle esigenze di ogni plesso. Parallelamente, si sono registrati importanti progressi nelle politiche educative e scolastiche. È stato avviato un processo di revisione e innovazione dei regolamenti per la gestione dei servizi educativi e scolastici, che includono asili nido, mense scolastiche e trasporto degli studenti. Per quanto riguarda le mense scolastiche, è stato introdotto un menù stagionale a rotazione e avviata la campagna “Frutta a Merenda” per le scuole dell’infanzia e primarie a 40 ore, accompagnata da sondaggi di gradimento. Nel trasporto scolastico, il servizio è stato riorganizzato per servire il maggior numero possibile di utenti tramite “punti di raccolta” e l’utilizzo di mezzi comunali e a noleggio. Il diritto allo studio è stato esteso anche agli studenti delle superiori e universitari. La campagna “Nidi Gratis” ha consentito a 55 famiglie di usufruire gratuitamente degli asili nido, mentre ulteriori risorse sono state destinate a ridurre le tariffe per gli altri utenti e a sostenere le famiglie della scuola dell’infanzia paritaria. Inoltre, l’Amministrazione Comunale ha intrapreso numerose iniziative tra le quali spiccano la ricostituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi, il programma Gioco Sport, la Settimana della Lettura, vari laboratori, e iniziative specifiche sui diritti e sulle giornate istituzionalmente riconosciute. Particolare attenzione è stata dedicata alla sensibilizzazione ambientale dei ragazzi, con la donazione di borracce, la piantumazione di alberi nelle scuole e l’installazione di fontanelle di acqua potabile nelle scuole dell’infanzia e primarie. Tra le altre attività svolte è opportuno ricordare che, il Comune ha coordinato le proposte
formative per il personale educativo e scolastico di tutta la Zona Elba e redige annualmente il Piano Educativo Zonale (PEZ), offrendo agli studenti numerose opportunità laboratoriali e incontri su temi quali disabilità, inclusione degli alunni stranieri e orientamento scolastico. In collaborazione con la Regione, l’istituto INDIRE, altre agenzie formative e la Fondazione “Con i bambini”, è stato lanciato il progetto “L’Elba come Comunità Educante”, e sono stati istituiti due tavoli permanenti per il Coordinamento Pedagogico Zonale 0-6 e per l’Educazione e la Scuola 6-18, riunendo tutti gli attori del panorama educativo e scolastico del territorio. Vale la pena sottolineare che i programmi dell’amministrazione non prevedono interventi economici che penalizzino le fasce deboli: i piani finanziari sono stati concepiti per garantire un equilibrio economico del bilancio comunale senza mettere a disagio le famiglie più vulnerabili, a differenza di quanto suggerito da alcune critiche maliziose. In conclusione, l’amministrazione ha dimostrato di essere determinata nell’offrire un’educazione di qualità e nel promuovere lo sviluppo civico e culturale della comunità. Ciò testimonia il suo impegno nei confronti dei giovani e del futuro della città.
Link con la scheda degli interventi eseguiti scuola per scuola:
https://drive.google.com/file/d/1soNbLKHbBbzDjTcQ-JCaNvqDp6HndMX6/view? usp=drivesdk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati