Portoferraio, la cassa del comune è vuota. In tre anni -80%

di Lista Civica "Portoferraio c'è" - candidato sindaco Tiziano Nocentini

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Per una corretta percezione della situazione finanziaria del Comune di Portoferraio da parte della cittadinanza, la lista civica “Portoferraio c’è”, con il suo candidato a sindaco Tiziano Nocentini, attraverso l’analisi svolta dal proprio consigliere economico-finanziario dottor Luca Eller Vainicher, continua ad esprimere tutta la propria perplessità sulla gestione del bilancio da parte della amministrazione uscente. L’analisi dei dati apre inevitabilmente scenari preoccupanti anche al cittadino-elettore, abituato a gestire la propria economia familiare con i metodi del ‘buon padre di famiglia’. Cosa penserebbe ognuno di voi, facendo il proprio bilancio familiare, ed accorgendosi che oggi ha sul proprio conto corrente – cioè in cassa – quasi l’80% dei soldi in meno di quelli che aveva solo tre anni fa? Come se avesse avuto in banca 8.000 euro e dopo 3 anni fossero calati a 1.600. Ad un ritmo mensile di circa 180 euro in meno. Fatte – purtroppo – le dovute proporzioni,  questa è la situazione attuale del Comune di Portoferraio, spiegata nella nota del dottor Eller, che alleghiamo  per opportuna conoscenza dei cittadini – elettori.

LA CASSA COMUNALE 2024? L’ISOLA CHE NON C’E’… PIU’

Come va la cassa comunale? Male, grazie. Anzi, malissimo. Vedi la Delibera di Giunta n. 65/2024 del 24.04.2024 “BILANCIO DI PREVISIONE 2024-2026 – APPROVAZIONE SCHEMA”. Si vada all’allegato n. 16 “Quadro generale riassuntivo” oppure all’allegato n. 17 “Equilibri di bilancio” (voce “Fondo di cassa all’inizio dell’esercizio”) con i suoi miserrimi 1,677 milioni inizio 2024. Una cifra molto contenuta rispetto a 8,021 milioni fine 2020. Vuol dire una contrazione di (-) 6,344 milioni. Una media annua di (-) 2,115 milioni. In 3 anni quasi 5 volte in meno. Mah! Brutta situazione. Sotto, a sinistra, un documento estratto dal Comune e, a destra, un nostro grafico in milioni di euro, con due decimali. Per cogliere al volo i dati.

Ancora, con nostra Tabella e dati ufficiali, in 3 anni la diminuzione via via della cassa comunale dalla fine del 2020 all’inizio del 2024. Come si vede la cassa è sprofondata.

Ora un tema in più. Assai rilevante per cogliere un ulteriore aspetto. La Tabella sotto, predisposta sempre con dati ufficiali del Comune, ci dà anno per anno lo scostamento tra cassa presunta stimata ad inizio anno e cassa effettiva a fine anno. Si osservi la prima riga con i dati presunti a preventivo che nel 2022-2024 segnano cifre spropositate.

Nel 2020-2021 la cassa effettiva o reale a fine anno supera la stima ad inizio anno. Bene. Si è prudenti. Corretto. Ma al contrario, nel 2022-2024, un gravissimo ribaltamento. Inizia il rigonfiamento della cassa presunta che poi, a fine anno, precipita. E prosegue la discesa cominciata dal 2020. Il calo della cassa avviene malgrado i termini di pagamento obbligatori, stabiliti dalla Legge, nel 2023 siano violati dal Comune nel 72,2% dei casi (ad esempio fatture non pagate). Vedi nota del 13.02.2024 allegata alla Delibera di Giunta n. 23/2024 del 23.02.2024. Insomma, si paga meno. Situazione allarmante per tutti.

Poi, allegato n. 16: foto fondo cassa finale presunto 2024 di 10,769 milioni? Assurdo.

Come si arriva a questo dato sconsiderato? Si veda sotto un estratto della Tabella comunale dalla quale emergono le prove in atti. Entrate di cassa dilatate in modo pazzesco. Nel 2024 la cassa Titolo 1 Entrate tributarie va oltre la competenza di 10,790 milioni. Impossibile. Nel 2024 la cassa Titolo 2 Trasferimenti va oltre la competenza di 0,452 milioni. Improbabile. Nel 2024 la cassa Titolo 3 Entrate extratributarie va oltre la competenza di 5,633 milioni. Impossibile. Sono 16,875 milioni di cassa in più del tutto incomprensibili. Tra l’altro nel 2024 la cassa totale Entrate Finali va oltre la competenza di 17,499 milioni. Impossibile. Cifre fuori scala e non veritiere. Sotto i dati in foto del Comune, a riprova (senza riportare anche le Entrate finali per semplificare l’esposizione).

A riprova, come da foto che segue scattata ai soliti documenti comunali, nel 2024 la cassa totale Entrate Titoli di 54,8 milioni va oltre la competenza di 17,717 milioni. Impossibile.

Segue sotto in forma grafica la succitata Tabella. Gli incassi reali finali sono stabili sui 20,0 milioni ma quelli presunti sono gravemente sovrastimati del doppio ed oltre.

Ulteriore argomento. Si sottolinea, sempre con dati comunali, che nel 2024 i pagamenti per Spese totali dei Titoli di bilancio sono previsti in 45,715 milioni mentre la media annuale delle riscossioni nel 2020-2023 è stata 19,172 milioni. Potrebbe maturare un “buco” teorico di cassa di (-) 26,543 milioni. Per cui i pagamenti previsti, compresi 12,331 milioni c/capitale (investimenti) sono solo una pia illusione. Anche i 21,949 milioni di pagamenti per spese correnti nel 2024, rispetto a riscossioni reali da entrate correnti nel 2023 di 15,912 milioni, creano un differenziale negativo di 6,038 milioni. Tra c/capitale e spese correnti potremmo avere un “buco” di cassa pari a (-) 18,369 milioni. Insostenibile. Con queste premesse e queste cifre dove si crede di andare? Si sta per scatenare la tempesta perfetta? La misera cassa di 1,677 milioni non argina un bel nulla. Fa il solletico.

Si prospetta un terribile mix: pagare il meno possibile i creditori; usare la impignorabilità; utilizzare gli anticipi di cassa del tesoriere; avvalersi della cassa vincolata per altri scopi.

Una situazione che si preannuncia disastrosa. Un quadro contabile terribile.

In conclusione, la complessità è comprovata dalle due prime delibere in assoluto del 2024 della Giunta Zini. La n. 1/2024 con “IMPIGNORABILITA’ DELLE SOMME DEPOSITATE PRESSO TESORIERE“. Poiché il Comune “… è obbligato a pagare nel corso del primo semestre 2024 €. 5.088.020,43 per il 1° trimestre 2024”. La n. 2/2024 “ANTICIPAZIONE DI CASSA ED AUTORIZZAZIONE ALL’UTILIZZO DELLE ENTRATE A DESTINAZIONE VINCOLATA”. Poiché “si ravvisa la necessità di ottenere l’anticipazione di cui sopra a titolo cautelativo … 1) di richiedere … la concessione di una anticipazione fluttuante di cassa fino ad un massimo di €. 4.018.127,30,”.  Importo appostato anche nel bilancio di previsione. Delibere legittime? Sì. Tuttavia, tra impignorabilità e anticipazione di cassa è possibile un rosso di (-) 9,106 milioni. Oltre ai non pagamenti avvenuti o a quelli futuri che non saranno effettuati. Altro che fondo cassa presunto di (+) 10,769 milioni. Da mani nei capelli …

Se continua così la situazione può arrivare al limite del collasso. E saltare il banco.

CITTADINI, ASSOCIAZIONI, CATEGORIE, INTERESSATI E CHI ALTRI, SAPPIATELO!

Una risposta a “Portoferraio, la cassa del comune è vuota. In tre anni -80%

  1. Franco Rispondi

    Più che ai cittadini una situazione del genete non andrà segnalata agli organi competenti!?

    20 Maggio 2024 alle 12:22

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati