/ ISOLA D'ELBA

Un convegno su Napoleone per i 250 anni della Finanza

Le Fiamme Gialle restituiranno le 3 api bronzee che erano state rubate a San Martino

Nella mattinata odierna, presso la sala riunioni della Caserma “Lido Gori M.O.V.M.”, sita in Firenze via Valfonda n. 17, sede del Comando Regionale Toscana della Guardia di Finanza, il Comandante Regionale, Generale di Divisione Giuseppe Magliocco, ha incontrato i rappresentanti degli Organi di stampa per presentare gli eventi che saranno organizzati in Toscana in occasione del 250° anniversario di fondazione del Corpo.
Il calendario prevede numerose iniziative che interesseranno tutte le province toscane nel corso di tutto il 2024, organizzate in sinergia con i rappresentanti delle Istituzioni e degli Enti pubblici regionali e locali, ma che vedranno spesso anche il coinvolgimento e la partecipazione diretta dei cittadini, per attestare e rinsaldare ulteriormente l’attenzione, la sensibilità e la vicinanza che la Guardia di Finanza dimostra nei loro confronti con la sua costante azione a presidio della legalità economica sul territorio.
Si partirà a Firenze la mattina di giovedì 28 marzo, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, con il convegno dal titolo: “Valorizzazione dell’economia toscana: la tutela dei distretti industriali”, finalizzato a valorizzare il ruolo del Corpo nella tutela dei distretti industriali e del comparto agroalimentare della regione. Si tratta di un evento al quale parteciperanno, oltre ad Autorità della Guardia di Finanza e istituzionali, i vertici degli enti locali, del mondo universitario, ma soprattutto delle principali associazioni di categoria imprenditoriale, delle professioni e del lavoro.
Il successivo mercoledì 10 aprile, sull’isola d’Elba, si svolgerà tutta una serie di attività finalizzate a valorizzare la storia della Guardia di Finanza in relazione alla figura di Napoleone Bonaparte e alla rievocazione dei fatti d’Arme ricollegati alla Legione Truppe Leggere (antesignana della Guardia di Finanza), che prevedono, in particolare, presso “Villa San Martino” in Portoferraio:
• lo svolgimento di un convegno dal titolo ““La Guardia di Finanza, l’Elba e Napoleone” sulla figura di Napoleone e i relativi collegamenti con l’Elba e il Corpo della Guardia di Finanza, con presentazione contestuale di una monografia sul medesimo tema;
• la cerimonia, di riconsegna alla cittadinanza di tre api bronzee, a suo tempo trafugate dal sito museale napoleonico elbano e recuperate in seguito ad attività investigativa svolta proprio da parte della Compagnia del Corpo presente sull’Isola;
• la rievocazione storica dell’“Onore delle armi”, a ricordo simbolico del fatto d’arme svoltosi nel 1796 a Mondovì nel corso dell’omonima Battaglia, al termine della quale venne tributato, dall’ancora sconosciuto Napoleone Bonaparte in persona, l’Onore delle armi al Generale Dellera della Legione Truppe Leggere;
• la realizzazione di un percorso espositivo di carattere storico sulla presenza di Napoleone in Toscana, aperto al pubblico fino al 12 aprile 2024, con l’esposizione di una parte della “Collezione Alberto Predieri” di soldatini di piombo riproducenti gli eserciti napoleonici nonché di filmati, opere d’arte e documenti presenti presso il sito museale elbano.
Saranno presenti sull’Isola unità navali della Guardia di Finanza, a disposizione per la visita da parte della cittadinanza.
Mercoledì 17 aprile, presso il Palazzo Comunale di Prato, si svolgeranno la Cerimonia di conferimento del riconoscimento, al Corpo della Guardia di Finanza, della “Cittadinanza Onoraria” di Prato e contestuale concessione, al Comandante Interregionale dell’Italia Centro Settentrionale, Gen. C.A. Fabrizio Cuneo, del “Gigliato d’Oro”.
Giovedì 23 maggio, presso il Palazzo “Guadagni Strozzi Sacrati” sede della Presidenza della Giunta Regionale della Toscana, verrà presentata una pubblicazione di carattere storico dal titolo “La Guardia di Finanza per la Toscana … ieri, oggi è domani”, con una veste grafica prevalentemente composta da immagini, corredate da brevi testi riferiti agli Eroi, alle caserme del Corpo in Toscana, ai distretti industriali e alle principali operazioni di soccorso a favore della popolazione della regione.
Al termine della presentazione è prevista l’apertura dell’omonima mostra, visitabile fino al 24 giugno, con l’esposizione di divise storiche e cimeli del Corpo, e, all’esterno, di auto e moto storiche e di un mezzo aereo messo a disposizione dal Museo storico della Guardia di Finanza.
Per visionare il calendario completo di tutti gli eventi programmati in Toscana nel 2024 in occasione del 250° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza si rimanda alla consultazione dell’allegata brochure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Accordo fra il Comune di Rio e l’Università di Siena

Firmata una convenzione per studi e ricerche sull'archeologia mineraria. I particolari

Carabinieri forestali, un concorso per 12 nuovi ufficiali

C'è tempo fino al 27 aprile per presentare la domanda di partecipazione. Le modalità

I regali di Pasqua dei Carabinieri ai degenti di Pediatria

Gradita sorpresa anche per il reparto di pediatria dell’ospedale di Portoferraio