Lo speciale

Fare e comunicare cultura per promuovere l’Elba

Giacomo Alberto Vieri dello SMART ci racconta l’esperienza di “TourismA 2024”

Si è chiuso il sipario sull’edizione 2024 di “TourismA”, il salone dell’archeologia e del turismo culturale in Toscana. A prendersi la scena sono state le piccole realtà museali dell’Arcipelago Toscano e dell’isola d’Elba, che, in collaborazione con il Sistema Museale della Maremma e attraverso le preziose testimonianze di operatori e studiosi, hanno avuto modo di raccontare tutta l’importanza del loro patrimonio storico-culturale e il grande lavoro di promozione portato avanti in questi ultimi anni.

Tanti i progetti portati avanti dallo SMART – il Sistema Museale dell’Arcipelago Toscano – e presentati in fiera, come “Museo d’artista” e “ForesYoung”.

Parafrasando Orgoglio e Pregiudizio, è una verità universalmente riconosciuta che un Paese in possesso di un immenso patrimonio storico-culturale come il nostro debba necessariamente valorizzarlo. Ma ormai, in Italia così come all’Elba, siamo talmente abituati a sentirci raccontare la scusa che “con la cultura non si mangia” e che “i turisti cercano altro”, che abbiamo finito per crederci davvero. E così, la nostra Grande Bellezza che si perde a vista d’occhio, per l’appunto, rischia di perdersi.

Ne abbiamo parlato con Giacomo Alberto Vieri, responsabile comunicazione dello SMART.

Guarda il videoservizio:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Al via la stagione degli eventi culturali a Procchio

di Associazione Culturale Procchio Napoleonica

Parole in Chiostro e talk con il musicista Gianni Maroccolo

Due eventi di MardiLibri e Pro Loco con il patrocinio del comune il 21 e 22 giugno