Fermati a Marina di Campo due tunisini già espulsi

Accertamento dei Carabinieri, dovranno lasciare il territorio nazionale entro sette giorni

Prosegue l’attività di intensificazione di controllo del territorio da parte dei carabinieri della Compagnia di Portoferraio, in aderenza con le disposizioni del Comando Provinciale di Livorno e nell’ambito delle linee strategiche della Prefettura.

I carabinieri della Stazione di Campo nell’Elba, durante un servizio mirato al contrasto dell’illegalità diffusa, hanno sottoposto ad un controllo in quel centro cittadino due giovani stranieri, rispettivamente di 20 e 22 anni, e li hanno denunciati in stato di libertà dopo avere accertato il loro stato di irregolarità sul territorio nazionale.

Da una verifica condotta sulla banca dati è emerso che i due erano destinatari di un provvedimento di espulsione, già notificato loro addirittura il 29 aprile dell’anno precedente a Trapani. Evidentemente i due stranieri non avevano ottemperato, permanendo irregolarmente sul territorio italiano. Pertanto, dopo averli condotti in caserma e compiutamente identificati, i carabinieri hanno notificato loro un ulteriore decreto di espulsione in virtù del quale dovranno lasciare il territorio italiano entro i prossimi sette giorni. Per l’inosservanza del primo provvedimento i due tunisini sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria competente di Livorno.

4 risposte a “Fermati a Marina di Campo due tunisini già espulsi

  1. Elbano Rispondi

    Denunciati in stato di libertà….sai che risate si fanno, mettetevi i stivali che vi fanno deputati!

    17 Febbraio 2024 alle 9:12

  2. Sabrina Rispondi

    Bisogna cambiare le leggi! Ad espulsione bisogna accompagnare al primo aereo/ nave/gommone fuori dal paese ! Adesso saranno di nuovo a zonzo per l’Italia .

    16 Febbraio 2024 alle 15:09

  3. Antonio Rispondi

    Purtroppo le leggi italiane fanno acqua, specie per l’ espulsione. Si deve essere certi che questi lasciano il territorio italiano, un altre parole vanno accompagnati.

    16 Febbraio 2024 alle 12:56

  4. alessandro lucchesi Rispondi

    Evidentemente non ottempereranno neppure a questo decreto di espulsione. Rimarranno in Italia senza diritti né doveri. Facili prede di mafie in cerca di manovalanza . O di aziende alla ricerca di nuovi schiavi

    16 Febbraio 2024 alle 10:39

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Navetta Gratuita per l’Ufficio Postale di Porto Azzurro

Da lunedì 22 Aprile i cittadini di Capoliveri potranno usufruire del servizio

Firmato un protocollo d’intesa per la sicurezza urbana

Guardie giurate a supporto delle Forze dell'Ordine. Il saluto del Prefetto D'Attilio