Personale, Comune e sindacati firmano il nuovo contratto

Il sindaco Corsini: "Giusto che il personale veda riconosciuti e premiati i propri diritti"

In data 22 dicembre 2023, concluse le procedure di controllo, il Comune di Rio e le parti sindacali hanno sottoscritto in via definitiva il testo del Contratto Collettivo Decentrato del personale, integrativo della disciplina nazionale, per il triennio normativo 2023-2025 e per l’anno economico 2023, nonché quello dell’Accordo sull’utilizzo del Fondo risorse decentrate 2023.

La firma degli accordi giunge al termine di una complessa e lunga trattativa che ha visto impegnate le parti per un prolungato arco temporale.

Molti degli interventi previsti nel CCDI adeguano le norme contrattuali a corrispondenti interventi legislativi e contrattuali nazionali che si sono susseguiti negli ultimi anni.

Gli elementi maggiormente caratterizzanti sono i seguenti:

– è stato completamente riscritto l’istituto delle progressioni economiche all’interno delle aree rendendole possibili ogni due anni e prevedendo criteri di selezione che valorizzano solo i risultati di performance individuale, l’esperienza e la competenza professionali, nonché i titoli professionali e di studio;

– vengono previste la banca delle ore, l’integrazione della disciplina dell’orario multiperiodale, l’elevazione, a talune condizioni, del limite massimo individuale del lavoro straordinario, la possibilità di ridurre l’orario di lavoro per i lavoratori turnisti e, altresì, quella di introdurre piani di welfare integrativo;

– sotto il profilo economico, sarà possibile riconoscere aumenti per tutte le indennità previste per il personale in servizio presso il Comune di Rio (maneggio valori di cassa; esposizione al rischio; attività disagiate; indennità di servizio esterno; reperibilità). Inoltre, vengono compiutamente disciplinati le modalità e i criteri per il riconoscimento dell’indennità per specifiche responsabilità e dell’indennità di funzione del personale della Polizia locale; per quest’ultima categoria di personale, viene anche introdotto l’istituto delle prestazioni soggette a pagamento a favore di terzi.

Sarà infine possibile riaprire del tavolo negoziale e rivedere le regole qualora intervengano nuove indicazioni contrattuali, o di legge, o se si registrino criticità nell’applicazione dei nuovi istituti.

“Avevamo un debito storico nei confronti del nostro personale – commenta soddisfatto il Sindaco Marco Corsini – accresciuto ed aggravato dalla fusione tra i due comuni, e finalmente oggi chiudiamo la partita completando il panorama delle regole in modo moderno e improntato a premiare il merito, come dappertutto si dovrebbe fare. Ringrazio di cuore tutti coloro che dalla parte datoriale e da quella sindacale si sono adoperati per raggiungere questo risultato. È giusto pretendere dal personale quegli obiettivi di efficienza di cui il nostro territorio ha un disperato bisogno ma per fare questo è necessario che il personale veda riconosciuti e premiati i propri diritti”

“Abbiamo trovato la massima collaborazione da parte del personale dipendente – ha aggiunto il vicesindaco e assessore al Personale Sara Caracci – e siamo felici di poter finalmente esaudire le loro aspettative, come attendevano da tempo.  Grazie a tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita della trattativa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Il comune: cerchiamo sponsor per il “progetto Rinaldone”

L'invito a co-finanziare l'opera che verrà ospitata al museo del Barcocaio. La storia

Acquista biglietti concerto su internet, ma è una truffa

18enne casertano sparisce dopo aver riscosso on line, rintracciato dai Carabinieri

Cade dal lucernario di un albergo, interviene elisoccorso

Difficili i soccorsi per estrarre il 19enne riese, per lui sospetta frattura al bacino