Il video e l'intervista

Un’aula per Giulia Cecchettin e le vittime di femminicidio

L'On. Semenzato ai liceali di Scienze Umane: "Serve nuovo patto di corresponsabilità"

“Noi ci mettiamo la faccia, non le mani”. Una frase programmatica dell’On. Martina Semenzato, Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sui femminicidi, nonché su ogni forma di violenza di genere, che ieri ha incontrato le classi V e la IV A del Liceo di “Scienze Umane” di Portoferraio, in Salita Napoleone. Presenti anche il sindaco, Angelo Zini, la vice-sindaca di Rio, Sara Caracci, le dirigenti scolastiche di “Foresi” e “Cerboni” e i rappresentanti delle forze dell’ordine.

Famiglia, scuola, forze dell’ordine, istituzioni, politica, media: tanti gli attori in campo chiamati a fare ciascuno la loro parte e a mettere ciascuno il dovuto impegno nella lotta quotidiana contro la violenza di genere.

Una mattinata molto sentita e partecipata da parte degli studenti e delle studentesse del liceo, nel corso della quale l’On. Semenzato ha sottolineato come quello contro la violenza di genere debba essere necessariamente un discorso continuato nel tempo, da non relegare ai soli giorni di ricorrenza: solo così si potrà fare una vera prevenzione.

Alla fine dell’incontro, il toccante momento dell’intitolazione di un’aula a Giulia Cecchettin, assassinata dall’ex fidanzato Filippo Turetta lo scorso 11 novembre, e a tutte le altre – tante, troppe – donne vittime di “femminicidio” – una parola che, come ben spiegava Michela Murgia, indica non il sesso della morta, ma il motivo per cui è stata uccisa. Uccisa perché donna. Più di 103, ad oggi. Una ogni 72 ore, almeno.

La speranza per il domani è che questa infinita “nottata” – parafrasando Eduardo de Filippo – prima o poi, passi.

Guarda il videoservizio:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Studenti del “Cerboni” in visita fra capre e formaggi

L'iniziativa fa parte del progetto “Alla scoperta delle filiere agroalimentari Toscane“

L’I.S.I.S. Foresi: sostenere la fragilità, investire sul futuro

120mila euro ottenuti dal PNRR finalizzati al contrasto della dispersione scolastica

I.S.I.S. Foresi: una pluralità di strade per la stessa comunità

Venerdì 26 gennaio l'Open Day per le iscrizioni al prossimo anno scolastico