Dall’Elba a Venezia, la Green Week di Acqua dell’Elba

Due giorni di inizitive ad alto livello con l'azienda elbana fra i protagonisti

Anche quest’anno, la Green Week si è conclusa sbarcando a Venezia, per partecipare alla seconda edizione del Blue Friday, iniziativa realizzata dalla Commissione Oceanografica Intergovernativa (IOC) dell’UNESCO nell’ambito del Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (2021-2030) che si è svolta il 24 e il 25 novembre.

Circostanza ideale, al termine di una settimana verde, per colorare il venerdì più nero dell’anno in una giornata tutta blu, come il colore del mare a cui è dedicato l’evento promotore di progetti e buone pratiche per la salvaguardia dell’oceano. Un appuntamento che quest’anno ha assunto un valore ancora più importante per ragionare sul ruolo dell’oceano anche in vista della COP28, il vertice sul clima in corso a Dubai.

La due giorni veneziana ha preso il via con una Tavola Rotonda, moderata dalla giornalista Diana de Marsanich, con Francesca Santoro, Senior Programme Officer per IOC/UNESCO e responsabile a livello mondiale dell’Ocean Literacy per il Decennio del Mare. Fabio Murzi (Presidente Acqua dell’Elba) ha portato l’esempio di Acqua dell’Elba come azienda impegnata nella salvaguardia e valorizzazione del mare anche con la sua Fondazione. Special guest dell’evento il navigatore Giovanni Soldini, che ha dialogato con Diana de Marsanich e Francesca Santoro sugli incontri e le esperienza vissute durante la sua navigazione intorno al mondo. A seguire  Filippa Lagerbäck ha condotto Aperitivo Blu – Un Totem per l’Oceano per raccontare l’impegno del biologo marino e National Geographic Explorer Giovanni Chimienti per la salvaguardia dell’ambiente marino.

 

La Green Week è partita all’Isola d’Elba con numerosi appuntamenti all’insegna della sostenibilità — eventi, iniziative e workshop— rivolti a diversi stakeholder di Acqua dell’Elba, dai propri collaboratori e dipendenti, fino ai clienti e alle istituzioni e associazioni del territorio. Un’occasione per illustrare anche i progetti relativi alle 5 aree in cui la Fondazione Acqua dell’Elba si dedica: ambiente, istruzione, cultura, sociale e arte.

Ospiti della prima giornata di lavori sono stati il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, nella persona del presidente Giampiero Sammuri, per il progetto della Via dell’Essenza; i referenti di WBA (World Biodiversity Association) Leonardo Forbicioni e Davide Fabbri che portano avanti un importante progetto legato agli impollinatori a favore della biodiversità dell’Isola; le associazioni EndoElba e Diversamente Sani con le quali sono in corso due progettualità importanti; la professoressa Maria Cristina Galli dell’Accademia di Belle Arti Brera per il Premio Arte.

Nella giornata del 21 novembre è stato annunciato l’ingresso di Acqua dell’Elba nell’associazione Kyoto Club (organizzazione che si ispira al protocollo di Kyoto del 1997 ed è impegnata nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra) e la collaborazione con Feduf, Fondazione per l’Educazione Finanziaria e il Risparmio. Acqua dell’Elba ha sottoscritto infatti uno specifico accordo per il 2024 per realizzare il workshop sull’educazione finanziaria, dedicato ai collaboratori e alle collaboratrici dell’azienda.

Il 22 novembre la Green week è proseguita con la consegna dei 100 libri alle scuole superiori dell’Isola d’Elba. Di questi, 2/3 sono stati scelti dai docenti e dagli studenti e della studentesse degli istituti coinvolti, mentre 1/3 sono focalizzati sull’educazione finanziaria, tema dell’anno scelto di comune accordo con le dirigenze scolastiche. Su questo tema, peraltro, due classi degli istituti coinvolti svilupperanno un project work integrato all’insegnamento di Educazione Civica che sarà presentato in una sessione aperta alla fine dell’anno scolastico.

La giornata di Giovedì 23 è stata infine dedicata alla presentazione del libro del giornalista Massimo Canino “Frontemare” (Minerva edizioni) scritto e realizzato durante i mesi estivi sulla sua barca-redazione toccando i porti della Toscana e dell’Isola d’Elba e facendo una tappa significativa a Seif, il festival dedicato al mare, che tornerà nel 2024 nel weekend dal 28 al 30 Giugno.

Al seguente link è possibile rivedere l’intervento veneziano del 24 novembre al Blue Friday 2023 di Fabio Murzi, presidente di Acqua dell’Elba e della omonima Fondazione: https://www.youtube.com/watch?v=0VpVFRTYO_k

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Piombino Marittima-Firenze, servono interventi urgenti

I dati del report Pendolaria di Legambiente sul trasporto su rotaie della nostra regione

“La mozione tradita e le rassicurazioni su Poste Italiane”

di Gruppo Consiliare "Per Marciana Marina"