/ le foto

Ancora discariche di rifiuti a Mola, arriva la denuncia

Rifiuti e spazzatura nel parcheggio sterrato. Legambiente: controlli con le telecamere

Chi ha partecipato al tartaperitivo organizzato da Legambiente e Parco Nazionale alla Zona umida di Mola si è trovato purtroppo di fronte all’ennesimo spettacolo dell’inciviltà che prende di mira un’area protetta.

Infatti le numerose persone che erano andate a Mola per festeggiare una grande operazione di volontariato che ha portato l’Elba sulle pagine dei giornali e sulle news dei telegiornali e per discutere di biologia e natura si sono trovati di fronte all’altra faccia della medaglia: i vandali che insozzano la bellezza dell’Elba e ai quali non gliene frega nulla di sfregiare la sua immagine turistica.

Così, un’area del Parco, tutelata anche da Direttive europee, si trasforma in una discarica continuamente rimpinguata da imbecilli pericolosi, con i volontari di Legambiente costretti a fare gli spazzini di quel che arriva da terra, oltre che da mare.

Mola, in particolare il parcheggio sterrato nel Comune di Porto Azzurro, è territorio di nessuno, dove la notte gli incivili scaricano spazzatura e scorrazzano entrando sulla spiaggia da varchi incredibilmente lasciati aperti e che vengono continuamente ampliati ai danni della vegetazione.

Il tutto accade in un Comune che ha fatto della sorveglianza con le telecamere un suo fiore all’occhiello securitario, ma evidentemente Mola è il suo angolo cieco, un buco nero che favorisce i vandali dell’ambiente.

Crediamo che sia arrivata l’ora di mettere uno stop a tutto questo: non si possono spendere soldi pubblici per proteggere una Zona umida e poi lasciarla in balia degli incivili. La comunità non può continuare a pagare il costo di chi abbandona i rifiuti  violando ogni legge e fregandosene di ogni divieto.

Per questo Legambiente chiede a Comune di Porto Azzurro di mettere sotto controllo con telecamere l’area e, se questo non dovesse bastare, di pensare a mettere una sbarra che impedisca la notte l’accesso a Mola con mezzi motorizzati.

Una risposta a “Ancora discariche di rifiuti a Mola, arriva la denuncia

  1. Giorgio da mola Rispondi

    La notizia mi fa molto ridere. Hanno scoperto l’acqua calda il gommone è lì dalla scorsa estate 2022. E lo si vede solo ora???

    16 Ottobre 2023 alle 11:03

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Quinta nidificazione di tartaruga marina a Pianosa

Ancora a Cala Giovanna. Nell’isola protetta quasi la metà delle nidificazioni in Toscana

Marciana Marina diventa capitale dell’Isola delle tartarughe

20 e 21 luglio: arte, trekking, immagini e scienza alla scoperta della biodiversità dell’Elba