Il video e le intertviste

“Elba Isola Musicale d’Europa”, la 27esima edizione al via

Un mare di musica fra l'Elba e capraia, con oltre 60 musicisti. Il programma

Oltre 60 musicisti, provenienti da 20 nazioni diverse, fra solisti affermati a livello internazionale e giovani talenti, 16 eventi, 9 location: sono i primi dati salienti della 27ª edizione di “Elba Isola Musicale d’Europa”, in programma dal 27 agosto al 10 settembre a Portoferraio e in altri Comuni dell’Isola d’Elba – Capoliveri, Rio, Marciana e Marciana Marina – con una inedita “gita fuori porta” all’Isola di Capraia. Sarà quindi come sempre un festival di respiro internazionale nel solco del connubio tra musica e natura, tra arte e storia, e del dialogo tra repertori, stili e suoni diversi, dalla musica da camera e sinfonica al jazz e alla musica brasiliana.

«Con grande piacere e soddisfazione ci apprestiamo a vivere una nuova edizione del festival “Elba, Isola Musicale d’Europa”, che si conferma una delle manifestazioni più importanti nel panorama culturale della nostra isola», afferma Angelo Zini, Sindaco di Portoferraio, «Quest’anno, per motivi legati agli interventi di ristrutturazione di alcuni siti storici della città, i concerti si svolgeranno negli scenari del chiostro del Centro Culturale De Laugier e della Chiesa del Santissimo Sacramento. E non mancheranno altre location particolari e suggestive come la Villa Romana delle Grotte e il museo napoleonico di Villa di San Martino. Siamo contenti ed orgogliosi di aver dato anche quest’anno il nostro importante contributo alla realizzazione del festival, che sta assumendo una connotazione sempre più comprensoriale sbarcando anche nell’Isola di Capraia».

«Oltre alla novità rappresentata dall’evento all’Isola di Capraia che, nel gettare un ponte con un altro festival dell’Arcipelago Toscano rafforza la nostra vocazione collaborativa e propositiva, quest’anno diamo seguito al progetto dell’Elba Festival Orchestra, che abbiamo ideato con successo lo scorso anno e al quale teniamo in modo particolare, offrendo così ancora una volta la possibilità a tanti giovani musicisti, provenienti da diversi angoli d’Europa e anche da più lontano, di confrontarsi con solisti di grande esperienza», sottolinea George Edelman, Direttore Artistico di “Elba Isola Musicale d’Europa”, nell’introdurre il programma della 27ª edizione del Festival.

Portoferraio: da Rachmaninov a Chaplin passando per il Sud America e Mozart

La città di Portoferraio è da sempre la sede principale di “Elba Isola Musicale d’Europa”, quest’anno con anche la nuova location della Chiesa del Santissimo Sacramento che farà da cornice ai concerti dell’Orchestra.
Sei gli appuntamenti previsti al Centro Culturale De Laugier, ad iniziare dall’evento inaugurale di domenica 27 agosto che avrà come ospite d’eccezione, in esclusiva nazionale, il violinista Gidon Kremer: il celebre musicista lettone eseguirà in apertura il Concerto per violino, pianoforte e archi Hob XVIII:6 di Joseph Haydn insieme al pianista connazionale Georgijs Osokins e ai Solisti del Festival, comprendenti per l’occasione le violiniste Aki Saulière e Chiara Sannicandro, il violista Georgy Kovalev, il violoncellista Raphael Bell e il contrabbassista Amerigo Bernardi. Nella seconda parte si ascolterà, quindi, nella ricorrenza dei 150 anni dalla nascita di Sergej Rachmaninov, il Trio Elegiaco n. 2 op. 9 per violino, violoncello e pianoforte, nell’esecuzione degli stessi Kremer e Osokins e della violoncellista Giedrė Dirvanauskaitė.
La sera dopo i riflettori saranno puntati su Mônica Salmaso, considerata la più bella voce femminile di oggi della musica brasiliana, in trio con il pianista Nelson Ayres e il sassofonista e flautista Teco Cardoso, mentre giovedì 31 sarà la volta del Quartetto Klimt che, oltre al Quartetto per pianoforte, violino, viola e violoncello op. 13 di Strauss, eseguirà il Sestetto per pianoforte, violino, 2 viole, violoncello e contrabbasso оp. 110 di Felix Mendelssohn-Bartholdy allargando l’organico con Amerigo Bernardi e con la violista Margherita Di Giovanni.
Rachmaninov (Sonata per violoncello e pianoforte op. 19), insieme a Brahms (Quartetto per violino, viola, violoncello e pianoforte op. 60), sarà anche al centro del concerto di domenica 3 settembre che avrà come protagonisti la violinista Liana Gourdjia, il violista David Quiggle, i violoncellisti Erica Piccotti e Raphael Bell e il pianista Enrico Pace. Ancora al De Laugier, venerdì 8 settembre, i Solisti del Festival – questa volta i violinisti Jonian Ilias Kadesha e Pablo Hernán Benedí, il violista Georgy Kovalev, le violoncelliste Vashti Hunter e Indira Rahmatulla e il pianista Noam Greenberg – proporranno musiche di George Enescu (Quintetto per pianoforte e archi op. 29) e di Schumann (Trio per violino, violoncello e pianoforte n. 1 op. 63).

L’incontro tra musica e cinema, come avvenuto lo scorso anno, porrà il sigillo finale alla 27ª edizione di “Elba Isola Musicale d’Europa”: domenica 10 settembre, il compositore e direttore tedesco Günter Buchwald con il suo ensemble improCinema daranno nuova veste musicale a tre cortometraggi di Charlie Chaplin, The Vagabond (Il Vagabondo), One a.m. (Charlot rientra tardi) e The Pawnshop (Charlot usuraio), tutti del 1916.

Tutti i concerti al De Laugier avranno inizio alle 18.30, con l’eccezione di quello di Mônica Salmaso e della serata del 10 settembre, ambedue alle 21.15.

Tre saranno invece gli appuntamenti nella Chiesa del Santissimo Sacramento (ore 18.30), tutti con in primo piano l’Elba Festival Orchestra e Liana Gourdjia nelle vesti di concertatrice, iniziando lunedì 4 settembre con il Concerto per flauto e orchestra d’archi in mi minore di Mercadante (solista il flautista britannico Adam Walker) e la famosa Sinfonia n. 29 K. 201 di Mozart. Il giorno successivo sarà il violoncellista Mario Brunello, presenza abituale del Festival sin dalla prima edizione, a unirsi all’Orchestra, per l’esecuzione del Concertino per violoncello e archi op. 43 di Mieczysław Weinberg, seguito dalla Serenata per orchestra d’archi op. 22 di Dvořák.

Il terzo e ultimo concerto con l’Elba Festival Orchestra, giovedì 7 settembre, sarà contrassegnato dalla prima esecuzione assoluta del Concerto per chitarra e orchestra scritto espressamente per il chitarrista brasiliano Plínio Fernandes dal compositore colombiano Arturo Cuéllar, residence artist di “Elba Isola Musicale d’Europa 2023”. In scaletta anche Nonetto II del finlandese Olli Mustonen (primo violoncello Orfeo Mandozzi) e la Sinfonia n. 5 D. 485 di Schubert.

Altre due location iconiche di Portoferraio accoglieranno altrettanti significative performance: la Villa Romana delle Grotte, che offre una vista mozzafiato sul golfo della città, dove mercoledì 30 agosto (ore 18.30), in collaborazione con l’Associazione Amici del Festival, si esibirà il Signum Saxophone Quartet (con l’elbano Jacopo Taddei al sax alto) su musiche di Haydn, Ginastera, Gershwin, Bernstein arrangiate appositamente per quartetto di sassofoni; la Villa di San Martino, museo napoleonico, dove nella mattinata di sabato 9 settembre (ore 11.30) l’irlandese Naomi Berrill presenterà le sue evocative Island Songs per violoncello e voce.

Viaggio musicale all’Isola di Capraia

È sicuramente uno dei momenti più emblematici della 27ª edizione di “Elba Isola Musicale d’Europa”: la trasferta all’Isola di Capraia di martedì 29 agosto si preannuncia infatti come un evento che, inaugurando la collaborazione con il “Capraia Musica Festival”, sottolinea ancor più il legame tra il Festival, il mare e la natura. La partenza in nave da Portoferraio è fissata per le ore 14.00, con circa 1 ora e 45 minuti di navigazione: nella Chiesa di Sant’Antonio (ore 18.00) le violiniste Aki Saulière e Chiara Sannicandro eseguiranno la Sonata per due violini op. 56 di Prokofiev e poi, dopo essere state raggiunte dal violista Georgy Kovalev, dal violoncellista Raphael Bell e dal contrabbassista Amerigo Bernardi, il Quintetto per 2 violini, viola, violoncello e contrabbasso op. 77 di Dvořák. Il rientro a Portoferraio è previsto in serata, con partenza dall’Isola di Capraia alle ore 21.30.

Tango a Capoliveri, archi a Rio, fiati a Marciana e jazz a Marciana Marina
Anche quest’anno “Elba Isola Musicale d’Europa” non viene meno alla propria indole itinerante con quattro concerti in altrettanti comuni. Venerdì 1° settembre, al Teatro Flamingo di Capoliveri (ore 18,30), il duo violoncello – chitarra formato da due giovani musicisti di talento, Erica Piccotti e Gian Marco Ciampa, proporrà musiche dai sapori latini firmate da Piazzolla, Albéniz, De Falla e Granados, mentre sabato 2, nella Chiesa dei SS. Giacomo e Quirico di Rio (ore 18.30), i violinisti Chiara Sannicandro e Diet Tilanus, i violisti Georgy Kovalev e David Quiggle e il violoncellista Raphael Bell si avvicenderanno nell’esecuzione di partiture di Martinů (Duo n.1 per violino e viola Tre Madrigali H. 313), di Frank Bridge (Lament per due viole) e di Mozart (Quartetto K. 421). Mercoledì 6 settembre (ore 18.30), all’interno della Fortezza Pisana di Marciana, risuoneranno anvora le note di Mozart (Divertimenti per sestetto di fiati K. 253 e K. 270), di Haydn (Quintetto per fiati Hob II F12 Parthia in fa), nonché di altri autori, ad opera de I Fiati del Festival, ovvero Rossana Calvi e Davide D’Agostino all’oboe, Jukka Hariju e Marian Strandenius al corno, Andrea Zucco e David Garnés Poved al fagotto e Adam Walker al flauto.
Infine, a completare un programma ricco e sfaccettato, la 27ª edizione di “Elba Isola Musicale d’Europa” si aprirà al jazz con il rodatissimo quartetto del trombettista Fabrizio Bosso, impegnato sabato 9 settembre a Marciana Marina (Piazza Vittorio Emanuele, ore 21.15; ingresso gratuito) a rendere omaggio a una delle icone della black music, Stevie Wonder.

“Elba Isola Musicale d’Europa” è realizzato con il sostegno di: MiC – Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Portoferraio, Comune di Capoliveri, Comune di Marciana, Comune di Marciana Marina, Comune di Rio; e con la collaborazione e il supporto di Visit Elba.

Programma cronologico completo su: https://www.elba-music.it/it/project/2023_it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

“Valentina Persia ma che ti ridi” all’Isola d’Elba

Lo show della comica specializzata in barzellette giovedì 21 a Capoliveri