Barbetti: “Escursioni in miniera col Quad, è tutto regolare?”

L'ex sindaco e attuale consigliere del Parco scrive a Sammuri e chiede di fare verifiche

Con una lettera indirizzata al presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano Giampiero Sammuri, l’ex sindaco di Capoliveri e attuale membro del Consiglio Direttivo del Parco Ruggero Barbetti denuncia quello che secondo lui è un abuso commesso all’interno del perimetro dell’area protetta. Ecco di seguito riportata la denuncia di Barbetti.

Caro Presidente,

mi arrivano da più parti segnalazioni circa uno scorretto utilizzo del territorio di Monte Calamita e mi riferisco in particolare alle cosiddette “motorate” con i quad che vengono pubblicizzate e sembrerebbe anche  effettuate al di fuori della viabilità consentita.

Basta guardare le varie foto presenti sul sito http://www.safariinminiera.com/quad e leggerne la relativa pubblicità qui di seguito in parte riportata: ”

“Dopo pochi chilometri arriveremo alla miniera del Ginevro ed andremo a visitare posti che senza questa escursione non si possono visitare, come ad esempio l’ascensore di risalita del minerale estratto e la famosa voragine della coltivazione sud, vista dall’alto…..omissis…….Visiteremo da vicino l’impianto del trattamento del minerale a mare ed i cumuli di Magnetite ormai abbandonati in piazzali circondati da ruspe ed escavatori”.

Purtroppo tutta l’Amministrazione comunale di Capoliveri nulla fa per fermare questo scempio che evidentemente deve essere sfuggito anche ai controlli (omissis) .  Mi viene anche segnalato un chiosco su ruote abusivamente posizionato all’interno delle miniere ma non ne conosco la posizione esatta.
Mi viene riferito che l’abuso non sarebbe edilizio ma consisterebbe nell’aver autorizzato il posizionamento (omissis)  senza che sia stata individuata un’area per poter effettuare il commercio ambulante a posto fisso.
Tutto quanto sopra premesso chiedo un tuo pronto intervento attraverso le strutture del Parco al fine di verificare se le notizie a me pervenute corrispondono al vero.
Ti ringrazio anticipatamente per un tuo pronto intervento.
Ruggero Barbetti, consigliere PNAT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Legambiente: la “nave gialla” si mangia la spiaggia del Cavo

"Segnalazioni di cittadini e turisti, le onde anomale distruggono il ripascimento"