Camper della salute, oltre 400 contatti nel fine settimana

L'iniziativa dei Lions dell'Elba ha segnalato 20 casi per il diabete e 8 per il glaucoma

I numeri parlano chiaro. Nelle due giornate di sabato 12 e domenica 13 novembre nel corso della campagna di prevenzione del diabete, svoltasi all’Elba in concomitanza con la Giornata Mondiale del Diabete nelle località di Cavo, Rio nell’Elba, Rio Marina, Bagnaia e Portoferraio, sono stati eseguiti 280 screening diabetologici Findrisc e 129  visite oculistiche per glaucoma eseguite dalla Dott.ssa Margherita Stuart, riscontrando 20 casi da segnalare per il diabete e 8 per il glaucoma.
La soddisfazione fra gli organizzatori per il successo dell’iniziativa, che continuerà nei mesi di gennaio, marzo e maggio a copertura dell’intero territorio elbano, è tangibile soprattutto grazie alla partecipazione e alla sensibilità dimostrata dalla cittadinanza per la prevenzione di questa patologia che è sicuramente l’arma più efficace per arrestarne il progressivo incremento.
L’operazione è stata possibile grazie alla disponibilità del “Camper della Salute”, un vero ambulatorio mobile attrezzato per gli screening, finanziato, su presentazione di apposito progetto del Distretto Lions 108LA (Toscana), dalla Lions Clubs International Foundation e consegnato dallo stesso Distretto in gestione per la parte operativa alle Misericordie della Toscana.
Dal primo passaggio del Camper della Salute, effettuato all’Elba con l’organizzazione del lions Club Isola d’Elba e la partecipazione delle Misericordie del territorio, dell’Associazione Diabetici 3° Millennio Elba Val di Cornia, della ASL e delle Amministrazioni Comunali, verrà tratto un modello definitivo da riproporre a livello regionale al Distretto toscano che comprende 91 Lions Club e a livello nazionale al Multidistretto 108 Italy per tutti gli altri Lions Club italiani.
L’evento si è concluso con l’intervento del Past Governatore Distrettuale Pier Luigi Rossi, coordinatore Distrettuale del Dipartimento Salute, promotore del progetto, che ha fatto rilevare come a differenza dell’Ospedale, che è una struttura di attesa, con la nostra attività siamo noi ad andare vero la gente.
Per il successo di questa prima fase Rossi ha espresso approvazione ed apprezzamento per l’impegno di Laura Santi Canu e Alessandro Taddei del Dipartimento Salute Distrettuale, del Presidente di Circoscrizione Gabriella Solari, del Presidente del Club elbano Francesco Andreani e dei lions del sodalizio costantemente presenti nello svolgimento dei vari passaggi dell’operazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Riparte l’Attività Fisica Adattata nel territorio Asl

Per l'anno 2022-2023 è possibile accedere ai corsi a bassa e ad alta disabilità

Assistenza malata terminale, Asl: attivate cure palliative

L'azienda: "Sono garantite anche sull'Isola con un supporto medico ed infermieristico"

“E’ urgente attivare le cure palliative pediatriche domiciliari”

il Consigliere regionale di FI Diego Petrucci, ha presentato una mozione sul caso elbano