Elba Isola Musicale d’Europa, a Marciana il JB Quartet

L'appuntamento di mercoledì 31 agosto alla Fortezza Pisana fra musica classica e jazz

Nel suo viaggio musicale tra suoni, stili e periodi storici diversi, la 26esima edizione del Festival “Elba Isola Musicale d’Europa” propone, con una serie di progetti speciali, anche intrecci con il cinema, la canzone, la poesia e la letteratura. Quest’ultima sarà al centro dell’appuntamento di mercoledì 31 agosto alla Fortezza Pisana di Marciana (ore 18.30, ingresso gratuito) con il fiammingo JB Quartet, che nell’occasione proporrà ECHO – Una prova di dialogo con la propria voce interiore, riflessioni musicali fra musica tradizionale, classica, sperimentale e jazz. Il tutto ispirato a testi di autori contemporanei quali Haruki Murakami, il cui romanzo “Kafka sulla spiaggia” ha dato il via al progetto, Zülfü Livaneli, Francesco Vidotto, Ilija Trojanow, Benjamin Meyers e Robert Lee Frost.

Si segnala, inoltre, l’incontro che la mattina di giovedì 1 settembre (ore 11) avrà luogo al Chiostro della De Laugier a Portoferraio con lo scrittore Luca Starita che, in vista dell’omaggio a Pier Paolo Pasolini previsto per il 6 settembre, affronterà la figura pasoliniana sotto il profilo del linguaggio letterario e sul ruolo che vi ricopre la diversità. L’incontro è realizzato in collaborazione con Libreria Mardilibri.

Il JB Quartet trae la propria intestazione dal nome del suo fondatore, il clarinettista Jaan Bossier, e comprende la violista giapponese Megumi Kasakawa, il fisarmonicista Gwen Cressens e il contrabbassista Axel Ruge.

Jaan Bossier è clarinettista della Mahler Chamber Orchestra, dell’Ensemble Modern d Francoforte, e clarinettista basso della Lucerne Festival Orchestra. Ha partecipato a numerose masterclass e festival in Germania, Francia, Spagna, Finlandia. È ospite regolare della Concertgebouw Orchestra di Amsterdam. Come direttore, ha lavorato con l’ensemble belga di musica nuova e sperimentale Champ d’Action e con il Dutch Ensemble 306. Come solista ha suonato musiche di Max Bruch, Iannis Xenakis, Luigi Nono, George Aperghis, Martin Matalon, Yannick Robin, Enno Poppe.

Megumi Kasakawa è violista dell’Ensemble Modern dal 2010. Dopo i suoi studi a Osaka e Ginevra, ha lavorato al Conservatorio di Musica di Ginevra. Megumi è stata invitata a molti festival in Inghilterra, Giappone e Svizzera. Ha suonato con l’Ensemble Artefakt, la Camerata Bellerive e tenuto masterclass in Giappone, Corea e Taiwan. Megumi Kasakawa ha vinto il Premio Albert Lullin a Ginevra e il Verbier Academy Award.

Gwen Cresens è fisarmonicista e bandoneonista, arrangiatore e compositore. Ha studiato al Conservatorio di Musica di Anversa e ha seguito masterclass con Vladimir Subizki, Wiatcheslaw Semyonov, Oleg Sharov, Joseph Macerollo, Frank Marocco e Renzo Ruggiero. Gwen ha lavorato con Luciano Pavarotti, Stephan Eicher e Wannes van de Velde. Ha suonato con orchestre fiamminghe di Bruxelles e di Rotterdam.

Axel Ruge ha ricevuto una borsa di studio dell’Accademia Orchestrale dell’Orchestra Filarmonica di Berlino. Ha lavorato come contrabbassista solista nell’Orchestra Sinfonica di Copenaghen e nell’Orchestra WDR di Colonia. È ospite regolare della Mahler Chamber Orchestra, della Chamber Orchestra of Europe e dell’Australian Chamber Orchestra. Suona con l’ensemble belga Champ d’Action e il Dutch Ensemble 306, per il quale scrive anche musica. Insegna contrabbasso al Conservatorio di Musica di Francoforte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

La neonata Elba Festival Orchestra ha conquistato tutti

Il resoconto della 26ª edizione di "Elba Isola Musicale d'Europa": +20% di presenze

Il fascino dello Shemara all’ormeggio a Porto Azzurro

Il lussuoso yacht varato nel 1938 si è fermato alla ricerca di ridosso dal forte vento

Gli eventi di Procchio Napoleonica un successo estivo

Un resoconto della varia programmazione organizzata dall'associazione