Incontri con l’autore, alla Torre Regini e Maestrini

A Marciana Marina venerdì 5 agosto alle ore 21,30 due libri che parlano di isole

Hanno in comune l’Elba, i libri di Federico Regini “L’Isola” e di Elena Maestrini “Le Isole di Lu’ ”, ambedue editi dalle Edizioni Il Foglio, che saranno presentati a Marciana Marina venerdì 5 agosto alle ore 21,30 per il ciclo “LIBRI ALLA TORRE: INCONTRO CON GLI AUTORI” intervistati dalla giornalista Patrizia Lupi. L’incontro si terrà presso la sede della Pro Loco, in Piazzale Bernotti, proprio sotto la “Tore”, emblema del paese.

Avvincenti le storie, ambientate all’Elba e nell’Arcipelago, che si richiamano in maniera romanzata ad alcuni episodi di vita isolana, ma che soprattutto raccontano l’Isola, il rapporto dei suoi abitanti con lo scoglio, quella che potrebbe essere definita “isolitudine”, la voglia di partire e quella di tornare, gli intrecci fa stagioni piene e inverni vuoti, fra bellezza e abbandono, fra orizzonti e montagne, fra turisti e residenti.

 

Nel volume di Elena Maestrini “Le Isole di Lu’ ” la protagonista è Lu’, giornalista tenace, ispirata alla figura di Luana Rovini, giornalista de Il Tirreno, scomparsa nel 2009, a soli 47 anni. Intorno a lei si muovono altri tre personaggi principali. L’uomo delle balene, in preda a un sofferto disincanto sul mondo; Francisco, giovane archeologo dalle intenzioni non sempre cristalline; Camilla, la scalatrice sociale che rimpiange la semplicità della sua vita da ragazzina.

Lo spazio è rappresentato dall’Arcipelago Toscano, con le sue isole apparentemente immobili, belle e addormentate. Ma la penna di Lu’ riesce a far riemergere fatti evidenti e intenzioni nascoste. Colpi di scena, intrecci, racconti, fra ricostruzioni storiche e personaggi che si muovono nella città ideale di Cosmopoli dove il legame fra uomo e natura sembra incrinarsi e ricomporsi. L’amore, adultero tra Francisco e Camilla e  tormentato tra Lu’ e l’uomo delle balene, aggiunge umanità a questa storia di donne, uomini e catastrofi.

 

“L’Isola” di Federico Regini racconta l’Elba e le sue dinamiche sociali attraverso personaggi che sembrano reali, e probabilmente in parte lo sono, interpretando il “tipo elbano” dal carattere fantasioso ma inquieto, avventuroso da una parte ma stanziale e tenacemente attaccato allo “scoglio” dall’altra, dinamico e “sveglio”, ma pigro e un po’ indolente. Che vive a due velocità a seconda della stagione. Il romanzo è ambientato alla fine degli anni Novanta ed Emilio Terrini deve fare i conti con una madre rassegnata, un padre assente, un fratello ingombrante e una giovinezza trasgressiva. Emilio trova due spalle su cui reggersi: Alfio, bancario e amico di vecchia data, ossessionato dalla direzione nella corsa per la vendita di prodotti finanziari, e Muzio, musicista professionista ma… “senza professione”, che suona in Svizzera e si mantiene con gli affitti estivi di alcuni appartamenti ereditati. I tre amici vivono avventure tra politica, finanza e malaffare, tra riffe e imbrogli, restituendo un ironico quadro della società italiana di oggi con i suoi vizi e le sue manie.

 

 

GLI AUTORI

ELENA MAESTRINI

Elena Maestrini nasce a Portoferraio, Isola d’Elba,  si laurea in Lettere moderne presso l’Università di Pisa.  Insegna  Lettere nella scuola secondaria di primo grado. Nel 2016 pubblica il suo primo romanzo Ultimo Banco, con la casa editrice Il Foglio.

Dal 2002 inizia a collaborare al primo quotidiano  on-line dell’isola d’Elba, Elbareport. Nel 2005 diventa giornalista pubblicista e  ha un contratto di collaborazione  con  il quotidiano Il Tirreno.

 

FEDERICO REGINI

Classe 1971, vive e “sopravvive” all’Elba, svolgendo l’attività di bancario presso una filiale della cassa di Risparmi di Livorno. Ha scritto numerosi racconti e sceneggiature teatrali per la compagnia “Mukke Pazze”. Dopo “L’isola”, pubblicato nel marzo 2006 che ha visto 4 riedizioni,  esce nel 2009 la raccolta “Sogni e dintorni”: sette racconti scritti tra il 1992 e il 2008, ognuno accompagnato da una illustrazione disegnata da Marco Zorzan. Nel 2017 esce il volume “Mistosch. Intimi dialoghi notturni fra isolani”. Sono dialoghi intimi, dove i protagonisti riportano esistenze di dignità e valori, di un intenso amore per l’isola, un’Elba diversa da quella attuale, dimenticata, un’Elba in attesa di qualcuno che ne ricopra l’anima. Un viaggio sogno che porterà il lettore a scoprire cosa può essere un isolano, un isolano nell’anima.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Marciana: ritorna la festa medievale di Sant’Agabito

Dalle 19 a mezzanotte il borgo torna indietro nel tempo, con costumi e giochi storici

Vip all’Elba, il giornalista Guido Meda a Porto Azzurro

La voce del motociclismo di Sky Sport è venuto a riposare le corde vocali sull'isola

“Torno subito”, la geniale autoironia dell’elbana Bebe Vio

Con una foto pubblicata su Instagram dall'isola d'Elba strappa sorrisi e ammirazione