Insularità finalmente diventata un principio costituzionale

Il presidente di Ancim Del Deo : "Giornata storica per noi isolani, ora misure ad hoc"

L’insularità diventa un principio costituzionale. Giovedì 28 luglio, la Camera dei deputati ha approvato con la modifica dell’articolo 119 della costituzione con 412 voti favorevoli , nessun contrario ed una solo astenuto. “Una giornata storica – l’ha definita Francesco Del Deo, sindaco di Forio e presidente Ancim, l’associazione che riunisce le isole minori italiane – perché con la quarta lettura alla Camera, si è riusciti a concludere la riforma dell’articolo 119 della Costituzione che riconosce alle isole minori peculiarità , disagi ed esigenze diverse rispetto alla terraferma. Dalla sanità alla scuola, dal lavoro ai trasporti, le isole scontano una forte sperequazione rispetto alla terraferma – continua – che va assolutamente colmata quanto prima”. Un esempio è la questione “giustizia”, che tocca da vicino gli abitanti dell’isola d’Elba, Ischia e Lipari, che potrebbero vedere , a breve, la chiusura delle proprie sedi distaccate del tribunale , mentre alcuni comuni italiani molto più piccoli sono addirittura sede di procura. E ancora il costo maggiorato delle materia prime , a partire dai carburanti, che incide pesantemente sulle tasche degli isolani. “ Da oggi in avanti- fa presente – inizia un nuovo percorso dove le isole minori e maggiori (sono comprese anche la Sicilia e la Sardegna) possono sperare in un miglioramento dei nostri territori, ma principalmente un miglioramento della qualità di vita in quanto, nel momento in cui vengono riconosciuti disagi ed esigenze che, ripeto, sono diverse rispetto al cittadino della terraferma, qualcosa si sta già cominciando a muovere”. Ribadisce del Deo che non viene richiesti assistenzialismo ma “agevolazioni che ci possano equiparare ai cittadini della terraferma” L’auspicio ora – termina – è che si possa quanto prima dar seguito , concretamente, alla legge appena approvata, con misure ad hoc per le isole minori”. L’Ancim chiederà alle forze parlamentari già nei prossimi provvedimenti che venga rispettata “la pietra miliare collocata a Montecitorio”, termina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Traghetti e disservizi, una interrogazione al Ministro

Mallegni (FI): "Non risulta che dal 9 luglio i disagi siano rientrati, continuano i problemi"

La Regione: assicureremo sostegno allo sviluppo delle isole

Anselmi: interventi mirati a mobilità e accesso ai territori, servizi pubblici di qualità

Fratelli d’Italia attacca il Governo: “sui balneari no certezze”

"Da prorogare le concessioni in quei comuni impossibilitati a mettere a gara"