Incendio agli Orti, Zini: “L’area deve essere bonificata”

Il sindaco di Portoferraio: "Stiamo cercando di costruire soluzioni alternative"

L’amministrazione comunale di Portoferraio  si è immediatamente attivata per prestare la necessaria assistenza alle persone fatte allontanare precauzionalmente dalla zona, in località Orti, dove stamani è divampato un incendio originato probabilmente da un problema elettrico verificatosi all’interno di un manufatto precario. Incendio che si è poi esteso ad un vicino canneto e ad una roulotte, ma è stato prontamente domato dai Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto insieme a Carabinieri, Polizia di Stato, Carabinieri Forestale ed agenti della Polizia Municipale. Oltre a garantire, in collaborazione con la Caritas della Parrocchia di San Giuseppe, un pasto caldo alle persone temporaneamente fuori dai loro alloggi, tra cui alcuni bambini, l’amministrazione comunale – presente sul posto con il sindaco Angelo Zini, gli assessori Idilio Pisani, Leo Lupi e Chiara Marotti ed il personale dell’Ufficio Tecnico e dell’Ufficio Politiche Sociali – ha coordinato le operazioni di bonifica della zona dalla quale, oltre ai residui carbonizzati dell’incendio, le ruspe delle ditte incaricate ed il personale di Esa hanno rimosso un’enorme quantità di materiale ingombrante di vario genere ammassato irregolarmente.

“Siamo in attesa di conoscere -dice il sindaco Angelo Zini – le cause dell’incendio e la sua esatta dinamica. Quella presente agli Orti è una situazione di degrado e precarietà che si trascina ormai da molti anni alla quale è assolutamente necessario porre rimedio. L’intera area deve essere completamente bonificata con soluzioni alternative che piano piano stiamo cercando di costruire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Polemica rigassificatore, Portoferraio risponde a Montauti

"Il Sindaco di Campo non ha partecipato alle riunioni ma ha visto il documento"

Rigassificatore, precisazione polemica del sindaco di Campo

Montauti: "L'Osservatorio Turistico di Destinazione non può parlare a nome dei sindaci"

Sanità, “che fine hanno fatto cronoprogramma e promesse?”

Il consigliere regionale Marco Landi (Lega) a proposito della denuncia del sindacato