La Linguella ha ospitato i saggi di fine corso delle scuole

Musica e danza sul palcoscenico con il patrocinio dell'amministrazione comunale

Si è conclusa la rassegna degli spettacoli e dei saggi di fine corso che, su invito dell’amministrazione comunale, sono stati messi in scena dalle scuole della città e dalle scuole di musica e di danza presenti sul territorio nel corso del mese di giugno all’arena della Linguella, appositamente attrezzata dall’amministrazione comunale con un importante impegno economico.

“Alla rassegna – spiegano l’assessore all’istruzione Chiara Marotti e l’assessore alla cultura Nadia Mazzei – hanno preso parte tutte le scuole della nostra città, dalle scuole dell’infanzia alle scuole superiori e tutte scuole musicali, coreutiche ed artistiche. E’ stata una vera e propria boccata di ossigeno per tutti. Dopo due anni che non era stato possibile aprire le porte delle scuole all’esterno è stata un’importante occasione di incontro, confronto e crescita. Tutti hanno avuto la possibilità di mostrare il lavoro di un anno. Ringraziamo i docenti , gli educatori, gli insegnanti delle scuole di musica e di danza che hanno accolto il nostro invito dando vita a questa riuscita rassegna che per tutto il mese di giugno , ha proposto un appuntamento ogni sera. In questo modo abbiamo animato l’arena della Linguella, patrimonio della nostra cultura e della nostra storia, che ha fatto da suggestivo contenitore per la nostra ricchezza umana. Vedere i bambini felici, emozionati, sorridenti sul palco è stato un momento significativo ed emotivamente coinvolgente e ci ha dato la possibilità di scoprire una parte del bello che il Covid ci aveva tolto. Ringraziamo anche gli operatori della Cosimo de’ Medici e di Esa, resisi sempre disponibili ed i tecnici ed i fonici della società ‘Shark Light’ che hanno avuto tanta pazienza nel seguire prove e spettacoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Comunità sarda in lutto per la scomparsa di Vincenzo Tegas

Conosciuto per la sua ospitalità, moltissime espressioni di cordoglio arrivano dai social

Apprezzamenti per il servizio di trasporto dell’ ‘Ape Calessino’

Il servizio è gratuito e va dal Benvenuto agli Ospiti alla parte alta del Centro Storico