Goletta Verde: molto inquinata Mola, male Punta della Rena

I risultati dei prelievi fatti da Legambiente all'Isola d'Elba. Il dettaglio della situazione

Dai prelievi realizzati dai volontari di Legambiente per Goletta Verde seguendo un preciso protocollo e analizzati da un laboratorio specializzato, è emerso che all’Isola d’Elba un punto, Mola, è risultato fortemente inquinato, uno, Punta della Rena, inquinato e due, Moletto del Pesce a Marciana Marina e La Foce a Marina di Campo a norma.

Risultati in parte diversi dagli anni passati che Umberto Mazzantini, responsabile mare di Legambiente Toscana commenta così: «Quello che spicca con evidenza è il ritorno entro i limiti del prelievo al Moletto del Pesce di Marciana Marina che da sempre era risultato inquinato o molto inquinato, segno che i lavori avviati da Comune ed ASA stanno dando i loro frutti. Questo è un incentivo in più a realizzare il depuratore che l’amministrazione Allori, riconfermata alle ultime elezioni, si è impegnata a realizzare. Per quanto riguarda Mola, nell’area umida rinata e che sta attirando un’avifauna sempre più numerosa, varia e rara, il grave inquinamento conferma i dati degli anni precedenti ed è sempre più chiaro che non dipende dal depuratore del Comune di Capoliveri, la cui acqua viene utilizzata per rimpinguare i nuovi “chiari” creati dal Parco e che non sono stati oggetti del prelievo. E’ sempre più urgente individuare la fonte di un inquinamento insostenibile in quella che è diventata un’area simbolo della rinascita della biodiversità elbana. Preoccupa anche l’inquinamento riscontrato a Punta della Rena – Fosso della Madonnina a Portoferraio, un dato ricorrente (ma negli anni passati a volte risultato a norma) che evidenzia che qualcosa ancora non va nella depurazione a monte e che ASA deve intervenire. Il prelievo della Foce a Marina di Campo conferma, come negli anni passati, salvo in occasione di copiose piogge, che la situazione è a norma e sotto controllo. Insomma, qualche buon progresso da consolidare e situazioni ormai intollerabili e da affrontare al più presto»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

“All’Elba strade da vergogna, non ci torneremo più”

La dura lettera del presidente di un moto club ai sindaci dei sette comuni dell'isola

San Martino, la Villa di Napoleone è diventata giallo-rosa

Italia Nostra: "Oltre a questa scelta 'creativa', dopo 10 anni lavori ancora in corso"