L'opportunità

Torna Young Reporter per raccontare le isole dell’Arcipelago

Giovani appassionati di scrittura, fotografia e video. Candidature entro il 16 settembre

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, in qualità di soggetto coordinatore della Riserva della Biosfera “Isole di Toscana” è alla ricerca di ragazze e ragazzi appassionati di scrittura, fotografia e video che vogliano partecipare alla seconda edizione del progetto “Isole di Toscana Young Reporter” (leggi la presentazione della prima edizione https://www.isoleditoscanamabunesco.it/young-reporter-il-progetto-della-riserva-di-biosfera-isole-di-toscana-per-dare-voce-ai-giovani/).
I giovani che aderiranno al progetto faranno parte di una “Comunità redazionale diffusa” e saranno protagonisti della narrazione dei valori che stanno alla base del riconoscimento che UNESCO ha attribuito all’arcipelago toscano nell’ambito del programma “Uomo e Biosfera” (Man & Biosphere MAB). Coerentemente alla strategia di comunicazione dal programma MAB UNESCO, intitolata “Proud to Share” (Orgogliosa/o di condividere), con il progetto “Isole di Toscana Young Reporter” si vuole stimolare nei giovani la voglia di scoprire le eccellenze ambientali e culturali delle Isole di Toscana, ma anche di raccontare le storie delle comunità che vi vivono, alla costante ricerca dell’equilibrio tra uomo e natura.
“È un’esperienza molto formativa. – raccontano Kelly, Viola e Tiziano, Young Reporter edizione 2020/21 – La Riserva di Biosfera ed il Parco Nazionale danno l’opportunità di vivere e scoprire la propria isola e l’arcipelago toscano nel suo complesso, con una visione innovativa: nel rapporto che si crea tra gli abitanti ed il proprio territorio. Si vivono avventure che saranno poi raccontate dai giovani Reporter secondo la propria sensibilità. Cosa è necessario portare: entusiasmo, curiosità e voglia di scoprire e raccontare la propria isola.”.
Che cosa è una “Comunità redazionale diffusa” e come opererà quella delle Isole di Toscana?
“Una Comunità redazionale diffusa” è un insieme di più soggetti distinti che, adeguatamente formati, dotandosi di regole e metodi comuni, gestiscono e aggiornano in modo unitario e cooperativo strumenti di comunicazione web”
Nel nostro caso, i “soggetti distinti” saranno le ragazze ed i ragazzi selezionati attraverso questa “chiamata”, che saranno adeguatamente formati dai tecnici del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, dai suoi consulenti di Punto 3 srl e da tre “tutor” individuati tra gli Young Reporter della precedente edizione. Al termine della formazione, i partecipanti al progetto saranno in grado di contribuire con propri articoli, post, immagini e video all’aggiornamento degli strumenti di comunicazione della Riserva della Biosfera: sito web, pagina Facebook, canale YouTube, profilo Instagram.
In pratica, cosa dovrà fare uno Young Reporter…?
Aprire occhi, cuore e fantasia e raccontare al mondo, come vede e vive il rapporto “uomo e biosfera” nelle Isole di Toscana! Dovrà scriverne, raccontarne e fotografarne i valori.
Le ragazze ed i ragazzi che comporranno la “Comunità Redazionale Diffusa” definiranno, assieme agli esperti della Riserva della Biosfera, un Piano Redazionale che calendarizzerà “chi, quando e cosa” pubblicare sul web per promuovere i valori delle Isole di Toscana e sensibilizzare comunità locale e visitatori a comportamenti sostenibili. Successivamente, ciascun reporter sarà impegnato nella realizzazione di articoli (o post, o foto, o video) di propria competenza, con l’aiuto e la supervisione dei tutor e degli esperti del Parco Nazionale e di Punto 3 srl.
Cosa si chiede agli Young Reporter e cosa avranno in cambio?
Ai partecipanti del progetto “Isole di Toscana Young Reporter” si chiede soprattutto molto entusiasmo, desiderio di conoscere e valorizzare le Isole di Toscana, impegno a promuovere lo sviluppo sostenibile, gioia nel lavorare in gruppo e….un po’ del loro tempo.
Il tempo richiesto è stimabile in non più di 4-8 ore al mese per un anno e mezzo (settembre 2022 – Febbraio 2024). Queste ore saranno utilizzate per la formazione, per le riunioni della “Comunità Redazionale” e per scrivere gli articoli e creare i post/video e le foto.
Gli Young Reporter avranno l’opportunità di partecipare, gratuitamente, ad alcuni momenti formativi previsti dal progetto:
un evento formativo residenziale, della durata di due giorni all’Elba (un fine settimana tra la fine di settembre e metà ottobre) durante il quale approfondire con lezioni, escursioni e laboratori, quali siano i valori naturalistici e culturali dell’arcipelago toscano, nonché dei principali progetti di sostenibilità che su di esso sono in corso. Questo incontro servirà anche a presentare il progetto nella sua interezza, conoscere gli altri Young Reporter, i tutor ed i funzionari del Parco Nazionale che seguiranno il progetto. Tutti i costi di partecipazione all’evento saranno a carico del Parco Nazionale (vitto, alloggio, docenze e viaggio per i ragazzi non residenti all’Elba)
un ciclo di seminari on-line (in date e orari da concordare) della durata di massimo 2 ore in cui fornire nozioni su: il programma MAB UNESCO e la rete mondiale delle Riserve della Biosfera; la strategia di comunicazione; la comunicazione sul web ed il corretto utilizzo dei social media #proudtoshare del programma MAB UNESCO; come scrivere un articolo/produrre un post o un video e come costruire/seguire un piano redazionale condiviso
almeno due visite guidate nel territorio della Riserva della Biosfera, accompagnate da guide Parco
A tutti i partecipanti al progetto “Isole di Toscana Young Reporter” sarà rilasciato un attestato di partecipazione alle attività formative e al progetto, che potrà essere messo a curriculum, inoltre il Parco Nazionale regalerà i propri gadget (maglietta, borraccia,) e le pubblicazioni scientifiche e divulgative.
Chi può candidarsi a essere “Young Reporter della Riserva della Biosfera Isole di Toscana”?
Possono candidarsi le ragazze e i ragazzi di età compresa tra i 16 ed i 20 anni (alla data del 16 settembre 2022), residenti nell’arcipelago toscano.
I candidati non devono necessariamente avere pregresse esperienze e competenze di attività redazionale e di social media management o conoscenze approfondite degli aspetti naturali e culturali dell’arcipelago toscano (ma nel caso verranno valutate positivamente in fase di selezione). È invece richiesta forte motivazione ed interesse al progetto, attitudine a lavorare in gruppo, voglia di diffondere i valori della Riserva della Biosfera Isole di Toscana, curiosità e desiderio di imparare cose nuove ed interesse a confrontarsi con la dimensione internazionale del programma MAB UNESCO.
Come candidarsi?
Gli interessati dovranno manifestare la propria candidatura scrivendo entro Venerdì 16 settembre 2022 una e-mail a RBMABisoleditoscana@islepark.it , nella quale attraverso un breve un testo (di massimo 2.000 caratteri spazi inclusi) o un breve video (di massimo 2 minuti) si presentano, illustrano la propria relazione con le Isole di Toscana, descrivono le eventuali esperienze pregresse e competenze che potrebbero essere anche funzionali allo sviluppo del progetto, ma soprattutto fanno emergere il proprio interesse e desiderio di far parte degli “Young Reporter”. Alla e-mail dovrà essere allegato un Curriculum (in qualsiasi formato) e copia della carta di identità o di altro documento valido.
Tra le candidature pervenute, saranno selezionati fino ad un massimo di 12 partecipanti che saranno coinvolti nel progetto “Isole di Toscana Young Reporter”. Nella selezione, costituirà titolo preferenziale la partecipazione pregressa al progetto “Redazione Natura” del Parco Nazionale Arcipelago Toscano. Il Parco Nazionale comunicherà, entro Venerdì 23 Settembre, l’esito della selezione a tutti i partecipanti e le istruzioni operative per partecipare al primo evento formativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Acqua razionata a Marciana Marina, divieto uso improprio

Vietato l'uso per scopi diversi da quelli igienico-domestici fino al 15 settembre

Samuele e Tito primo binomio nel soccorso nautico

 Hanno conseguito il brevetto di Unità Cinofila Operativa CSEN con grande successo